Juventus, firma ufficiale e maxi gioia: “Felice di essere tornato”

0
139

Juventus, l’accordo era stato già trovato nelle scorse settimane. Un ritorno, il suo, che mette tutti d’accordo. 

Non indossa la maglia bianconera dal 2005, ma certi amori, si sa, sono duri a morire. Come quello di Paolo Montero per la Juventus, appunto, un amore così grande da aver resistito a quasi un ventennio di lontananza. E che, come nella più romantica delle storie, è riesploso all’improvviso. Dopo nove anni alla corte della Vecchia Signora, l’ex difensore uruguaiano è pronto a tornare nella città in cui sbarcò nel lontano 1996.

Allianz Stadium ©️LaPresse

Non lo farà per giocare in prima persona, ma per trasmettere tutto il suo sapere alle nuove leve che bazzicano nella città dei Savoia. Montero guiderà da questo momento in poi l’Under 19 della Juventus e questo non vuol dire che una cosa: che finalmente è tornato a casa. Il suo entusiasmo è palpabile ed è trapelato dalle parole con cui ha accompagnato la bella notizia: “Sono emozionato e contento di essere tornato – ha detto senza mascherare la sua comprensibilissima emozione – La Juve è casa mia: ho visto ex compagni come Pessotto e ringrazio tutta la dirigenza; non ci sono scuse, ora bisogna lavorare. Ringrazio i tifosi per l’affetto che hanno sempre dimostrato quando tornavo a Torino”.

Calciomercato Juventus, Montero è il nuovo allenatore dell’Under 19

Paolo Montero ©️LaPresse

Detto ciò, non ha perso un solo minuto. Si è subito messo all’opera: “Adesso non ci sono scuse, bisogna fare i fatti e bisogna lavorare – ha aggiunto il nuovo allenatore dell’Under 19 bianconera – È vero che ho allenato in Sudamerica anche in Serie A, ma dal momento che lì bisogna vendere ci si ritrova spesso con una rosa molto giovane. L’esperienza comunque è sempre la stessa, l’obiettivo dev’essere solo uno: non è facile ma bisogna portare la squadra al suo livello massimo di qualità, pensando di lavorare in funzione della prima squadra”. La rotta è già tracciata: che il cammino abbia inizio.