Pagelle Juventus

La Juventus molla la vetta della classifica. I bianconeri non vanno oltre il 2-2 in casa dell’Atalanta dopo essere andati in vantaggio per 2-0. Alle reti di Bernardeschi ed Higuain, rispondo Caldara Cristante. Vecchia Signora ora a -2 dal Napoli.

Atalanta-Juventus, le pagelle dei bianconeri

Buffon 5 – 500esimo gol subito da quando veste la maglia della Juventus ed è una rete che ha il peso delle sue colpe. Sulla punizione centrale di Gomez, infatti, il portierone bianconero non riesce a trattenere la sfera che finisce sui piedi di Caldara. Non può nulla sul colpo di testa di Cristante.

Lichtsteiner 4.5 – Partita anonima per lo svizzero che torna in campo dopo l’assenza obbligata in Champions League. A causa di una sua gomitata a Gomez, il Var annulla l’importantissima rete del 3-1 di Mandzukic. Si innervosisce e Allegri lo richiama in panchina. Dal 65’ s.t. Barzagli 5.5 – Lascia a Gomez lo spazio per crossare ed è letale per la Juventus. Non ha capacità di spinta e i bianconeri perdono molto sulla destra.

Benatia 5.5 – In difficoltà quando ha la palla tra i piedi ed viene chiamato ad impostare. Prestazione insufficiente e piccolo passo indietro rispetto alle ultime uscite.

Chiellini 5 – L’Atleti Azzurri lo affossa di fischi e il difensore bianconero pare subirli. Commette il gravissimo errore di disinteressarsi del cross di Gomez che vede l’inserimento di Cristante che di testa insacca il gol del pareggio.

Asamoah 5.5 – Non è Alex Sandro e questa sera si vede. Poco incisivo in fase offensiva ed impreciso in appoggio.

Matuidi 6.5 – Corre, corre tanto e non si ferma mai. Il mediano perfetto per Allegri.

Bentancur 6.5 – Nuovamente in campo nella posizione dell’infortunato Pjanic e nuovamente una prestazione maiuscola. Il baby uruguaiano ha classe e personalità da vendere. Le palle perse si contano sulle dita di una sola mano.

Bernardeschi 7 – Esordio da titolare con la Juventus. La prima occasione del match è sua con un piattone sinistro bloccato da Berisha. Sono solo le prove per la rete che verrà, quando si fionda come un rapace d’area di rigore sulla respinta corta del portiere albanese. Passano tre minuti e il numero 33 bianconero serve ad un Higuain l’assist per il raddoppio. Dal 68’ s.t. Cuadrado 5.5 – Non incide come avrebbe voluto Allegri.

Dybala 4.5 – È parso di rivedere il calciatore delle ultime uscite europee. Svogliato e che vuole risolvere da solo la partita. Ha la palla per farlo, ma calcia un rigore facile facile da parare per Berisha. Palomino non gli dà respiro e la Joya non riesce a trovare le bombole per aiutare la sua squadra.

Mandzukic 6 – I palloni alti sono tutti i suoi. Si avventa e spizzica ogni lancio lungo  dominando sui pur alti difensori atalantini. Segnerebbe anche la rete del 3-1, ma il Var gliel’annulla. Dal 77’ s.t. Douglas Costa s.v.

Higuain 6 – 36esimo gol su 65 partite giocate in bianconero, 98esimo in 149 in Serie A. Numeri da paura per il Pipita che dopo la marcatura con l’Olympiacos pare essersi finalmente sbloccato. Una rete di pura forza fisica che quasi manda giù la porta che però non serve a regalare la vittoria alla Juventus.

a cura di Emanuele Catone (Twitter @CatoneEmanuele)