Benevento-Juve, Allegri in conferenza: “Domani tocca a Szczesny. Non gioca Chiellini”

0
531
Allegri Juve
Massimiliano Allegri @ Getty Images

BENEVENTO JUVE CONFERENZA ALLEGRI/ Subito in campo per dimenticare il Real. Domani alle 15 la Juventus sarà impegnata al Vigorito di Benevento per l’anticipo della 31/a giornata in campionato. Alla vigilia della sfida contro i campani Massimiliano Allegri è intervenuto in conferenza stampa a Vinovo: “Domani dobbiamo vincere e non possiamo sbagliare. Il Benevento ultimamente gioca bene a calcio, domani per la prima volta giocheremo alle 15, ci sarà il primo caldo della stagione e bisognerà essere pronti con la testa. Mancano 8 partite e domani dobbiamo vincere per mantenere il vantaggio sul Napoli, altrimenti gli permettiamo di rientrare in corsa. Quello che è successo martedì capita, soprattutto in Champions. La squadra ha fatto comunque una buona partita per 60 minuti. I nostri obiettivi non cambiano, siamo ancora dentro a tutte e tre le competizioni. Dobbiamo smaltire la sconfitta vincendo. Sono tutti a disposizione, il giorno dopo la sconfitta col Real è stata dura ma i ragazzi hanno smaltito. Solo Barzagli e Bernardeschi stanno ancora male, Cuadrado e Mandzukic potrebbero ancora giocare”.

Benevento-Juve, parla Allegri tra Real e futuro

Allegri ha proseguito con un occhio al futuro e al Real: “Il risultato è la cosa più importante e cui penalizza. Lo scorso anno abbiamo vinto 3-0 con il Barcellona e in quella partita abbiamo subito di più che con il Real. Queste partite sono fatte da episodi, bisogna a mal in cuore accettare la sconfitta, sapendo che abbiamo giocato bene e siamo cresciuti sul piano della gestione. Poi succede che ti va tutto contro. Io so fare l’allenatore e faccio quello. Da quando sono arrivato la Juventus ha cambiato 9 titolari, nella rosa ci sono 10 giocatori che vanno dal 90 a 97. Tutti gli anni la Juventus ha messo dentro giocatori giovani, quindi il prossimo anno la Juventus dovrà fare un mercato come è sempre stato fatto. Ora pensiamo al finale di stagione, mercoledì andiamo a Madrid feriti ma non morti. Pensiamo a vincere il Campionato e la Coppa Italia poi valuteremo con la società chi prendere e chi no.”

Poi una confessione: “Dopo Cardiff ho pensato di andare via ma ho trovato gli stimoli, così come negli anni precedenti. Ho un contratto con la Juventus e sono felice qui, non penso al futuro ma al presente che è fatto di Campionato, Champions e Coppa Italia.”

Juve, la formazione di Allegri

Allegri ha quindi rivelato alcuni cambi di formazione: “Domani affrontiamo una squadra che tira molto, la Juventus segna da fuori perché i suoi giocatori hanno grandi abilità. Domani però non dobbiamo subire tiri in porta, bisogna riprendere meglio a fare la fase difensiva. Passare da non prendere gol a prenderli è un attimo, e quello dipende dalla voglia che abbiamo senza palla. Domani gioca Szczesny. Non gioca ChielliniDybala martedì ha fatto una bella partita, l’espulsione ha pregiudicato la sua partita ma ha fatto una delle sue migliori partite, anche sull’aspetto tecnico. Su quello Paulo sta crescendo soprattutto a livello europeo. Attacco? Devo ancora valutare con chi giocare”.