Paulo Dybala e Cristiano Ronaldo, Juventus

Giuseppe Accardi, famoso procuratore di calciatori, ha voluto dire la sua sulla Juventus, dopo il calciomercato messo in atto dai bianconeri.

La Juventus, in questo periodo, sta facendo parlare molto di sé sia per quanto riguarda il campo che fuori dal rettangolo verde; il calciomercato estivo bianconero sta esponendo la società piemontese, soprattutto dopo l’acquisto di Cristiano Ronaldo, a molteplici attacchi. L’ultimo, solo in ordine di tempo, è il procuratore Giuseppe Accardi che nel corso di un’intervista a Radio Marte ha voluto attaccare la società gestita da Andrea Agnelli.

Juventus, l’attacco di Accardi

Paulo Dybala, Juventus

Giuseppe Accardi, procuratore sportivo, è intervenuto a Radio Marte per parlare della situazione in Serie A; tra le altre cose ha voluto parlare, anche, dei bianconeri attaccando la dirigenza per come sta gestendo la società: “Ormai la Juventus è stata trasformata da una società di calcio a una vera e propria azienda, abbiamo perso la vera essenza di questo sport; in questo modo non faremo che allontanare la gente degli stadi, si sono alzati i costi e di conseguenza ad esempio il prezzo delle magliette e rimarrà uno sport per un certo ceto, non per le persone normali“.

Nella seconda parte del suo intervento, invece, il famoso agente ha voluto parlare anche del Napoli e dell’addio di Maurizio Sarri per passare al Chelsea: “Maurizio Sarri è un grande allenatore ma è uscito alla ribalta troppo tardi, dopo anni di gavetta, è merito dell’Empoli se ora sappiamo chi è. Un riferimento artistico alla coppia De LaurentiisSarri? Direi, senza dubbio, Sandra e Raimondo perché per me il rapporto è il medesimo, si amano troppo e sono simili e finiscono per litigare sempre”.

Juventus, continuano gli allenamenti

Federico Bernardeschi, Juventus

Nel frattempo, a Torino continuano gli allenamenti della Juventus in vista della ripresa del campionato con la gara contro il Sassuolo. Ovviamente Massimiliano Allegri non avrà a disposizione i calciatori che sono impegnati con le rispettive nazionali e sta cercando di istruire coloro che giocano meno e hanno meno visibilità quando ci sono i vari Dybala, Douglas Costa e Bernardeschi. Alla Continassa, però, c’è anche Cristiano Ronaldo non convocato dal Portogallo che sta cercando di sfruttare al massimo l’occasione per farsi spiegare da Massimiliano Allegri ciò che vuole da lui. Il rientro in campionato dovrà coincidere anche con la prima marcatura dell’attaccante ex Real Madrid, ancora fermo a zero dopo tre giornate.

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK