Paulo Dybala e Daniele De Rossi

Paulo Dybala, argentino della Juventus, nel corso di un’intervista a Sky Sport ha voluto presentare la sfida di domenica sera contro il Milan.

Paulo Dybala, attaccante della Juventus, intercettato ai microfoni di Sky Sport ha voluto parlare della gara di domenica sera contro il Milan. I bianconeri arrivano a questa sfida dopo la sconfitta, a dir poco rocambolesca, in Champions League contro il Manchester United e vogliono conquistare i tre punti. I calciatori bianconeri stanno raccogliendo, in maniera peculiare, i dettami di Massimiliano Allegri per provare a sbancare San Siro, contro la formazione allenata da Gennaro Gattuso. I bianconeri, inoltre, sono avvantaggiati dai tanti infortunati che ha il Milan, attualmente, con i rossoneri decimati in vista del big-match di campionato.

Juventus, Dybala parla della sfida col Milan

Paulo Dybala
Paulo Dybala, attaccante della Juventus, intercettato dai microfoni di Sky Sport ha voluto parlare gara di domenica sera. I bianconeri, infatti, affronteranno a San Siro il Milan in quello che sarà il big-match della prossima giornata: “Tutte e due le squadre arrivano bene a questa partita. Stiamo facendo bene in campionato e in Europa e questo può dare un’importante spinta. Storicamente questo confronto è stato un match da non perdere, in nessuna occasione, speriamo sia un grande spettacolo anche in questa occasione”.
Nel corso dell’intervista Paulo Dybala ha voluto, anche toccare, i social network e Cristiano Ronaldo: “Ci aiutati molto sull’aspetto social, sta andando molto forte in questo momento. La prima foto lui l’ha fatta con me, dopo un allenamento nel quale abbiamo giocato, e vinto, insieme. In quella giornata, tra l’altro, era presente il fotografo e gli abbiamo chiesto se poteva scattarcene una, anche per scherzare con gli altri ragazzi”.

Juventus, Dybala su Cristiano Ronaldo

Paulo Dybala e Cristiano Ronaldo, Juventus

Paulo Dybala, attaccante della Juventus, nel concludere la sua intervista ha voluto parlare anche di Cristiano Ronaldo; soprattutto, però, di come il portoghese abbia tolto pressione a tutti, anche all’argentino che indossa la maglia numero 10 bianconera: “Come giocasse lo sapevamo tutti, le sue partite sono visibili, ma io personalmente ero curioso di capire come lui fosse al di fuori del campo, quindi nella vita normale e nello spogliatoio. Ha dimostrato, però, sin da subito, grande disponibilità e professionalità da mettere al servizio della squadra. Con un giocatore di questo calibro in squadra viene tutto più semplice”.

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK