Juventus-Salernitana, Allegri esce allo scoperto: “Ecco cosa penso dell’arbitro”

0
167

Juventus-Salernitana, la posizione di Massimiliano Allegri è stata chiarissima. A seguire le parole del tecnico dopo la sfida contro i campani.

Non è stata una partita semplice quella di stasera e ha anzi confermato le già previste difficoltà contro una compagine distintasi nel corso del trimestre estivo per una felice campagna acquisti e per una prima parentesi di campionato caratterizzata da diverse buone prestazioni e capacità di saper tenere testa anche a squadre più forti.

Juventus-Salernitana
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Ciò non giustifica però le difficoltà riscontrate da Paredes e colleghi questa sera, attesi da una gara si complicata ma che andava affrontata con il solo obiettivo di vincere. La prima frazione di gara è stata ricca di ostilità, come evidenziato dal nervosismo in campo e dal gol di Antonio Candreva, il primo di questa sua avventura a Salerno e convalidato dopo l’appuramento del Var.

Juventus-Salernitana, Allegri commenta la gara

Calciomercato Juventus
Massimiliano Allegri ©LaPresse

La gara si è alla fine conclusa con il risultato di 2 a 2  con un finale a dir poco rocambolesco e caratterizzato da gioie, beffe, espulsioni e colpi di scena. Riportiamo di seguito la posizione di Allegri che ha così commentato quanto accaduto e la gara tutta.

“Abbiamo fatto 20 minuti buoni, poi abbiamo preso gol su un’errata lettura di Cuadrado, errando poi in un momento delicato quando abbiamo subito un’imbucata con conseguente rigore. Abbiamo prodotto diverse situazioni e nel secondo tempo abbiamo giocato bene. Questo ci proietta alla sfida di mercoledì in modo più tranquillo”.

“Fino a questo momento non eravamo andati in svantaggio e per questo ero anche curioso della reazione. Questo non ci deve far perdere ordine mentre oggi abbiamo peccato da questo punto di vista. Dobbiamo crescere da questo punto di vista, proprio come quando nelle trascorse partite non abbiamo sfruttato bene il vantaggio. Stanno giocando anche dei giovani e la personalità non si compra o vende in un attimo. Sono dispiaciuto perché la vittoria ci avrebbe portato a due punti dalla vetta e dobbiamo continuare a lavorare. Adesso bisogna andare a mangiare e poi a pensare a far meglio nella prossima partita”.

Oggi siamo partiti per essere aggressivi e per 20 minuti abbiamo fatto bene ma poi abbiamo preso gol in un momento inaspettato. Il 3 a 2 potevamo farlo anche prima. Dobbiamo recuperare giocatori che sono fuori e arrivare bene fino al 13 novembre. Dopo la partita non ho parlato con l’arbitro perché non lo faccio mai. So solo che è stato annullato un gol e vorrei capire bene la posizione di Candreva che sembra essere ad altezza bandierina ma è un’immagine che non ha nessuno. Gli arbitri vanno lasciati in pace perché i protagonisti sono i giocatori, non il Var o gli arbitri. Oggi la conduzione di gara è stata buona. Per mercoledì dico che sono fiducioso e ottimista anche se ci dispiace non aver vinto oggi ma faccio i complimenti ai ragazzi per il secondo tempo ma anche all’arbitro e coraggioso“.