Calciomercato Juventus, svolta Tuchel: ha detto sì

0
4278

Calciomercato Juventus, svolta Tuchel e clamoroso aggiornamento sul suo futuro. Le ultime circa la scelta dell’ex Chelsea, senza “poltrona” ma ancora stipendiato da circa un mese.

Fino a qualche giorno fa avremmo detto che non è una fase felicissima per la Vecchia Signora. Questo alla luce delle tante difficoltà incontrate in campionato fino a poco prima della sosta che avevano impedito agli uomini di Allegri di manifestare sul campo le qualità che Cherubini sembrava essere stato in grado di generare attraverso il calciomercato.

Tuchel ©LaPresse

Questo non è però purtroppo accaduto fino a questo momento e, dopo l’illusione per le vittorie contro Bologna e Maccabi all’andata, è giunta la vera e propria doccia gelata reiterata in quest’ultimissima fase. Per tale ragione, a differenza di qualche giorno fa, siamo in una vera e propria parentesi di crisi, contraddistinta dalla condanna (non ancora matematica) alla relegazione in Europa League o all’uscita definitiva dalle sfide continentali ma anche dall’ostilità creatasi per un ritiro cui da tempo non si assisteva all’ombra della Mole.

Calciomercato Juventus, nuova esperienza per Tuchel: c’è l’apertura

Tuchel, Chelsea (Getty)

I punti di domanda sono tanti, così come le perplessità e la depressione calcistica di un ambiente reduce da momenti non facilissimi ma comunque abituato fino a qualche anno fa a scenari totalmente diversi e ben più nobili. Il filo rosso della recente fase, oltre alle reiterate asperità incontrate sul campo, è certamente stato l’enigma Allegri, giunto a Torino per la seconda volta con l’appellativo quasi di pater patriae ma alla fine distintosi per scelte e atteggiamenti non sempre felicissimi.

Non a caso il mister toscano è finito da tempo nell’occhio del ciclone, sollevando imponenti polveroni soprattutto tra le fila di un mondo che inizia a chiedersi fino a che punto sia produttivo insistere con la permanenza del non più amatissimo ex Milan. Gli scacchi contro i rossoneri e il Maccabi l’altro ieri hanno certamente contribuito a complicare ancor di più la posizione di Massimiliano, rinvigorita però dalle affermazioni di Agnelli che, proprio in Israele, ha evidenziato come le responsabilità siano comuni e non imputabili ad un capro espiatorio.

Nessun addio, insomma, per ora. Questo anche alla luce dell’ormai presa posizione da parte di Tuchel, annoverato nella rosa di papabili successori ad Allegri e adesso, come evidenziato dal The Telegraph, convintosi a dire di sì alla Nazionale inglese. L’ex Chelsea avrebbe infatti aperto ad uno scenario del genere.