Zaza
Zaza © Getty Images

Simone Zaza sta trascinando il Valencia a suon di gol e sembra aver finalmente trovato quella continuità che gli è mancata nelle stagioni passate tra Juventus e West Ham. Intervistato ai microfoni di ‘Fox Sports’, il 26enne ha parlato della sua avventura in bianconero: “Il ricordo più bello del mio anno alla Juve è la vittoria dello Scudetto e della Coppa Italia perché sono state le mie prime vittorie della mia carriera. Ma anche il gol al Napoli e i due gol al Torino nel derby. Nonostante non avessi trovato tanto spazio mi sono tolto delle soddisfazioni. Ho dato tutto quello che avevo in quel momento. È normale che dovessi migliorare tanto e devo migliorare tanto anche adesso“.

Juventus, Zaza non ha rimpianti

Per l’ex bianconero, insomma, la Juventus non è un rimpianto: “Non voglio ricordare la Juve come un rimpianto ma come una bellissima esperienza che mi ha insegnato tanto, ho fatto parte di una squadra dove ancora oggi ci sono campioni straordinari“. Zaza è stato riscattato dal Valencia lo scorso marzo per le 10 presenze collezionate. Secondo le news Juventus, l’attaccante che ha finora collezionato 6 gol nelle 7 presenze in Liga con il Valencia ha ringraziato anche il Sassuolo per averlo lanciato ad alti livelli e l’attuale allenatore della Roma Di Francesco: “Il Sassuolo è la squadra del mio cuore perché li ho iniziato a fare tutto. Ho iniziato a essere calciatore di serie A, a segnare a saper muovermi in campo bene. Devo ringraziare Di Francesco che mi ha insegnato tutte queste cose. E poi con la città e i tifosi avevo un rapporto straordinario“.