Benatia
Benatia © Getty Images

Grazie alle reti di Pjanic e dell’uomo Champions Mandzukic la Juventus può finalmente tornare a sorridere. Dopo i due passi falsi contro Atalanta e Lazio la squadra di Allegriritrova così i tre punti nella massima competizione europea e si mette alle spalle proprio lo Sporting, ora distante di tre lunghezze. Tutto secondo i piani, dunque, se non fosse per l’infortunio subito da Benatia a fine primo tempo. Il difensore marocchino è stato infatti sostituito all’intervallo dopo aver rimediato una forte botta alla caviglia durante i primi 45 minuti. Per il momento si parla di una contusione, ma nelle prossime ore l’ex Bayern Monaco si sottoporrà a tutti gli esami del caso per chiarire la reale entità dell’infortunio e gli eventuali tempi di recupero.

Juventus, non solo Benatia: il punto sugli infortunati

In attesa di conoscere le condizioni di Benatia, Massimiliano Allegri deve fare la conta degli infortunati nel reparto arretrato. Oltre al marocchino, infatti, l’allenatore toscano dovrà fare a meno ancora per qualche tempo di De Sciglio e Howedes. Entrambi i giocatori non rientreranno prima del mese di novembre e saranno arruolabili solo dopo la terza pausa stagionale per le Nazionali. Continuano dunque i problemi in difesa per Allegri che, oltre alle assenze, deve fare i conti con un reparto più vulnerabile rispetto alle passate stagioni. Secondo le news Juventus, la fascia destra è quella che continua a destare preoccupazioni: data l’esclusione di Lichtsteiner dalla lista Champions e i citati infortuni di De Sciglio e Howedes, non è escluso che in vista dei prossimi impegni tra campionato e Champions League Allegri possa di nuovo optare per l’utilizzo di Sturaro da terzino.