Pagelle Juventus

La Juventus vince un partita complicatissima contro una grande Fiorentina. A decidere il match i gol di Bernardeschi Higuain. Bianconeri momentaneamente primi in classifica a +2 sul Napoli.

Fiorentina-Juventus, la pagelle del match

Buffon 6.5 – Santificarlo sarebbe troppo poco. La parata di piede, sullo 0-1, oltre ad essere decisiva e di una bellezza sporca ma allo stesso tempo affascinante.

Lichtsteiner 4.5 – Sessanta minuti di nervosismo e poco calcio. Il peggiore tra le fila dei bianconeri. Rischia anche l’espulsione per un fallo di reazione. Dal 60’ s.t. Barzagli 6 – Solido in tutte le coperture.

Benatia 6.5 – Con lui in campo, la Juventus è al sicuro. Un gigante velocissimo che interviene sempre alla perfezione sulla palla.

Chiellini 6.5 – Fa correre un brivido sulla schiena di tutti gli juventini per un braccio un po’ troppo largo. Solo il var lo salva. Per il resto, il numero 3 bianconero è il solito muro. Il passaggio di destro per il gol di Higuain è poetico.

Alex Sandro 6.5 – Duello entusiasmante sulla sua fascia con Gil Dias nel primo tempo. Nella ripresa, l’avversario del brasiliano diventa Chiesa e il talento viola viene murato alla grande.

Khedira 5 – Si vede pochissimo nell’arco di tutto il match, ma il merito è anche della pressione della Fiorentina.

Pjanic 5.5 – Benassi lo marca a uomo e gli lascia pochissimo spazio per agire. Il bosniaco soffre la pressione e si estranea dal gioco.

Marchisio 6.5 – Il migliore del centrocampo della Juventus. Pressa gli avversari e cerca anche la giocata. Non ha i 90 minuti nelle ga,be ed è costretto ad uscire. Dal 65’ s.t. Douglas Costa 6 – Entra e comincia la festa del dribbling.

Bernardeschi 7.5 – Primo tempo timido, dove probabilmente soffre i tanti fischi nei suoi confronti dei tifosi viola. Nella ripresa, rispedisce quegli stessi fischi ai suoi ex sostenitori; prima procurandosi la punizione e poi insaccandola alle spalle di Sportiello. Zittisce chi lo ha offesa, fa impazzire chi ora lo tifa. Dal 78′ s.t. Bentancur s.v.

Mandzukic 6 – Il solito lottatore che fa a sportellate con tutti gli avversari. Termina la partita acciaccato, troppo poco però per farlo uscire dal campo.

Higuain 6.5 – Poco servito dai compagni e stranamente anche poco al centro della manovra della Juventus. Gli basta però un solo pallone buono per trasformarlo in oro.

a cura di Emanuele Catone (Twitter @CatoneEmanuele)

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK