Esultanza Juventus © Getty Images

Un doppio vantaggio sprecato. La Juventus non è riuscita chiudere il match con Gonzalo Higuain, che dopo aver segnato la doppietta più veloce nella storia della Champions League, ha sbagliato sul finire di primo tempo il decisivo calcio di rigore che avrebbe portato i bianconeri sul momentaneo 3-1. Prima Kane e poi Eriksen hanno ribaltato successivamente il match fissando il punteggio sul definitivo 2-2, risultato che non fa dormire sogni tranquilli a Massimiliano Allegri. In conferenza stampa l’allenatore livornese, però, ha predicato la calma: “Niente drammi non accetto che ci si deprima per un 2-2 in Champions League. La competizione è questa, c’è poco tempo per recuperare. Ora pensiamo al campionato altrimenti il Napoli può scappare”.

Juventus, il 2-2 casalingo contro il Bayern Monaco costò la qualificazione

Con due finali in tre edizioni della Champions soltanto il Real Madrid ha fatto meglio della Juventus. Ma proprio due anni i bianconeri furono eliminati agli ottavi di finale dal Bayern Monaco, dopo aver pareggiato la sfida d’andata per 2-2. In Germania, poi, i bavaresi rimontarono il match dopo il doppio vantaggio di Pogba e Morata vincendo così per 4-2. Il 2-2 contro il Tottenham rievoca così brutti ricordi all’ambiente bianconero, che però non deve lasciarsi andare con gli uomini di Allegri che dovranno subito catapultarsi al campionato per pensare all’importante derby di Torino in programma domenica alle 12.30. La sfida di Wembley per decidere il passaggio del turno potrebbe essere già decisiva anche in ottica Serie A. Un’eventuale eliminazione agli ottavi di Champions sarebbe deleteria alla squadra bianconera.

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK