Esterno Juventus
Douglas Costa © Getty Images

Benevento-Juventus è finita come tutti i tifosi bianconeri si auguravano e, probabilmente, si aspettavano. I primi in classifica conquistano i tre punti al Vigorito dopo una partita sicuramente estenuante per come si era messa: i padroni di casa hanno rimontato per ben due volte i gol di Dybala. A rispondere al talento argentino è stato Diabaté, anche lui, come l’altro, autore di una doppietta. Proprio nel momento migliore deigli ‘Stregoni’, però, è arrivata la contro-risposta della Juventus: ancora la ‘Joya’, ancora dal dischetto, poi Douglas Costa sancisce il 2-4 finale con una splendida bordata dalla distanza. I giallorossi hanno dovuto piegarsi di fronte alla strapotenza della capolista, ma hanno comunque disputato un match più che dignitoso mettendo in grande difficoltà la squadra allenata da Allegri. I tre punti acquisiti hanno un peso enorme nell’economia del campionato, ma qualcosa ha fatto storcere il naso a qualche tifoso: è aperto il caso Douglas Costa.

Douglas Costa, l’esultanza è polemica

Pagelle Juve-Atalanta
Douglas Costa © Getty Images

E’ stato proprio il brasiliano a rendersi protagonista di un’esultanza che ha fatto (e probabilmente farà) discutere più dello splendido gesto tecnico che ha portato al gol. Dopo aver battuto Puggioni, l’ex Bayern si è portato il dito indice sul naso come se volesse zittire qualcuno, poi è corso verso la panchina dove è stato accolto dall’abbraccio di tutta la panchina della Juventus. Quale fosse il reale bersaglio della polemica dell’esterno è tuttavia ancora imprecisato, ma quello che più conta è che Douglas Costa sia riuscito a ritrovare la via del gol e abbia contribuito in maniera decisiva alla vittoria su un campo assolutamente non facile come quello del Benevento.

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK