Andrea Agnelli Real-Juve
Andrea Agnelli @ Getty Images

 

Il Real Madrid elimina la Juventus dalla Champions League all’ultimo secondo con un rigore dubbio. Il primo tesserato bianconero a parlare dopo il match è stato il presidente della Juventus, Andrea Agnelli. “Ci sono tanti errori che fanno pensare, non soltanto contro di noi. Il processo di integrazione del VAR va portato avanti e io lo porterò avanti. Sul campo avremmo almeno meritato i supplementari, ma non si può uscire per episodi del genere. Contro le italiane c’è sempre imparzialità, le si colpisce per dimostrare che il designatore sia imparziale. Abbiamo la tecnologia per evitare gli errori in qualsiasi stadio, dobbiamo utilizzarla. Il problema della UEFA è non avere arbitri pronti ad utilizzarla, ma come noi ci prepariamo per giocare al Bernabeu, loro devono essere pronti per arbitrarci”.

Real-Juve, Agnelli furibondo a fine partita: “L’arbitro non ci ha capito nulla”

Al termine di Real-Juve, Andrea Agnelli si è lasciato andare a diverse considerazioni ai microfoni di Mediaset Premium. Così il presidente della Juventus, che ha fatto i complimenti ai suoi: “Alla squadra non posso dire nulla ma fare solo i complimenti. La rabbia di Buffon? L’arbitro non ha saputo gestire la situazione andando nel pallone. Avrebbe dovuto capire il momento e decidere al meglio, ma non l’ha fatto”, ha continuato Agnelli a Mediaset. “Si può perdere in casa tre a zero e vincere fuori casa tre a zero, non esistono difese che funzionano o no, ci sono cose che funzionano o meno, come la parata di Gigi su Isco, oggi l’arbitro non ha capito nulla. Parlare con l’arbitro? Per cortesia si saluta l’arbitro prima e dopo. Lo stesso ha fatto Marotta, oggi l’arbitro sarà le persona più dispiaciuta, la persona sarà l’arbitro a me va come compito quello di portare avanti la tecnologia. Sergio Ramos nel tunnel con l’arbitro? Io sono diventato presidente della Juve all’età dell’arbitro, l’arbitro è di qualità. Sono tutti di qualità, ma capita un infortunio. Sergio Ramos ci può anche stare, non cambia nulla, a lui faccio un complimento. A questo punto faccio un in bocca al lupo alla Roma e alla Lazio per domani sera”.

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK