Del Piero: “Prima di andare alla Juventus sarei potuto finire al Parma”

0
20
Del Piero Juventus
Alessandro Del Piero ©Getty Images

Ci sono trattative di mercato il cui esito può cambiare la storia del calcio, come nel caso di Alessandro Del Piero, ex capitano della Juventus.

Il calciomercato Juventus sa bene quanto siano delicate le trattative che precedono l’inizio di una stagione. Cessioni, nuovi acquisti, accordi di prestito. Ogni direzione presa da un giocatore può rappresentare un’occasione di trionfo o di fallimento. Ogni firma su un contratto può determinare una svolta positiva o un punto di arresto nella carriera di un giovane talento.

Le offerte che la Juventus fa e che la Juventus riceve in questo periodo dell’anno sono dei veri e propri bivi che impongono una scelta, a società e calciatori. E per ogni scelta che cambia la vita in meglio, c’è una scelta pessima a cui non sempre si può rimediare. Dovrà pensarci bene Daniele Rugani, richiesto da Sarri al Chelsea. Lasciare la Vecchia Signora per la Premier League sarebbe una mossa vincente?

Del Piero ricorda la svolta della sua carriera che lo portò alla Juventus

Anche la carriera di Alessandro Del Piero avrebbe potuto deviare dal destino bianconero che tutti conosciamo e che lo ha visto indossare la fascia di capitano della Juventus per quasi un ventennio. A raccontarlo è proprio l’ex juventino ai microfoni de La Gazzetta di Parma: “Appena finito il campionato Primavera, si era aperta una trattativa che mi vedeva destinato al Parma. Invece l’arrivo di Lippi ha fatto sì che la trattativa saltasse e sono rimasto alla Juventus, con il Parma avversario numero uno in quegli anni. Parma in Serie A? Il ritorno in A dei crociati mi riempie di gioia: complimenti alla società per l’impresa storica, nessuno era riuscito a centrare tre promozioni di seguito dalla D alla A. Il ritorno del Parma ai massimi livelli credo sia qualcosa di molto buono per il calcio italiano“.

Alessandra Curcio