Allegri allenatore Juventus
Massimiliano Allegri @ Getty Images

Si è da poco conclusa la prima partita di campionato della stagione 2018-19 di Juventus e Chievo che si sono affrontate allo stadio Marcantonio Bentegodi di Verona.

Queste le parole del tecnico bianconero Massimiliano Allegri rilasciate al termine della prima gara ufficiale della sua Juventus a Sky Sport: “Sono vittorie che ci servono e che ci fanno capire come sarà difficile quest’anno. Cristiano Ronaldo? Ha retto bene, ha lavorato bene con la squadra. Per essere la prima partita e con pochi giorni con i ragazzi ha fatto bene. L’importante era vincere, poi però abbiamo abbassato l’attenzione. Le partite poi si complicano.”

“Cancelo? Ha fatto un buon primo tempo, poi dopo il rigore ha abbassato la testa e si sentiva colpevole. Sono cose che possono capitare e quando capita si devono vedere le reazioni giuste. L’attacco? Ronaldo e Dybala insieme non danno punti di riferimento. Bisogna conoscere meglio Ronaldo su come si muove e non ci devono essere giochi di tempo morti. E’ diverso se gioca Mandzukic che occupa l’area e da’ peso. La partita mi ha fatto vedere molte cose positive, altre meno visto che ci siamo allargati nella ripresa”.

Allegri punta subito su velocità e spettacolo

Massimiliano Allegri © Getty Images

Massimiliano Allegri ha sempre detto di volere una Juventus veloce, ma soprattutto una Juventus con grande qualità tecnica e di manovra. Ha fatto di tutto per trattenere Miralem Pjanic, chiamato a dettare i tempi di gioco e a disegnare geometrie importanti per il gioco della nuova Juve 2018-19. Il tecnico toscano, oltre ad affidarsi ad una vecchia coppia di difesa, Giorgio Chiellini-Leonardo Bonucci, ha puntato su due ali devastanti come Alex Sandro e Joao Cancelo. A centrocampo ha preferito puntare su Miralem Pjanic, appunto, e Sami Khedira per avere il giusto equilibrio tattico. Poi in avanti tre funamboli come Paulo Dybala, Douglas Costa e Juan Cuadrado, in attacco il solo, si fa per dire, Cristiano Ronaldo.

Quest’anno la Juventus dovrà fare davvero il grande salto di qualità e provare a puntare a vincere quella coppa tanto desiderata, la Champions League. Negli anni, la società bianconera, ha capito che per poterla vincere, oltre al gioco e ai risultati, ci vogliono anche, una buona dose di fortuna, e anche consapevolezza nei proprio mezzi, quelli che ha portato Cristiano Ronaldo con il suo arrivo. Questa Juve può davvero fare grandi cose e Massimiliano Allegri lo ha più volte ribadito, anche nel pre gara, ma soprattutto nel finale della partita giocata contro il Chievo Verona, giocata al Marcantonio Bentegodi.

Le parole di Massimiliano Allegri

Allegri Juve incontro
Allegri Juve incontro ©Getty Images

La Juventus di mister Massimiliano Allegri era chiamata a dare subito una risposta a tutte le avversarie in campionato e non solo, soprattutto dopo l’importante mercato estivo che ha visto l’arrivo su tutti di Cristiano Ronaldo. Il tecnico toscano ha dal primo minuto schierato alcuni dei nuovi acquisti: Joao Cancelo e Cristiano Ronaldo, ma anche Leonardo Bonucci che è tornato a vestire bianconero dopo 11 mesi di Milan.

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK