Dzeko e Chiellini

Giorgio Chiellini, difensore della Juventus, in un’intervista ha voluto parlare della sua, attuale, situazione in bianconero a Torino.

Nella gara di ieri la Juventus ha vinto, per 2-0, sul campo del Milan grazie alle reti di Mario Mandzukic, nel primo tempo, e di Cristiano Ronaldo nel finale. I rossoneri nella gara di ieri sono caduti, letteralmente, sotto i colpi di una squadra, quella bianconera, cinica e con una manovra decisiva. Nella gara di ieri, però, ha pesato molto anche l’aspetto difensivo e nella squadra di Massimiliano Allegri. Nei bianconeri, però, ha spiccato tra tutte la prestazione di Giorgio Chiellini, arrivato alla 100esima con la maglia della nazionale.

Juventus, le parole di Re Giorgio

Giorgio Chiellini, Juventus

Giorgio Chiellini, difensore della Juventus, con un’intervista rilasciata a Sky Sport ha voluto parlare del suo traguardo con la maglia della nazionale. Il toscano, infatti, con la rappresentativa del bel paese ha raggiunto le 100 presenze: “E’ il sogno di ogni bambino, un onore vero. Ogni piccolo calciatore sogna le presenze con la nazionale e in Serie A ma raggiungere 100 presenze è un qualcosa che va, veramente, oltre a tutto. Tutto nasce da una capacità mia, senza dubbio, ma posso garantire che dietro a questi traguardi ci sono sacrifici, dedizione e tanto lavoro. Con la maglia della nazionale fai vivere emozioni uniche a un intero paese, non sei in un club, e questo ti rende orgoglioso”.

Nel corso dell’intervista, poi, gli è stato chiesto se avesse un rimpianto con la maglia della nazionale e lui ha voluto parlare del Mondiale che ha dovuto saltare in Russia: “Non potrò più giocare il Mondiale, è probabilmente il rammarico più grande che mi porterò sempre dietro. Per due edizioni sono stato eliminato subito, anche se potevamo far meglio, mentre nell’ultimo non ci siamo nemmeno qualificati. Nonostante questo, però, mi porterò dietro tante belle emozioni con la nazionale”.

Juventus, l’episodio con Romagnoli

Giorgio Chiellini, Juventus, fantacalcio

Nella gara di ieri sera c’è stato più di un episodio finito nella moviola, in primis il rigore causato da Medhi Benatia per fallo di mano e l’espulsione comminata a Gonzalo Higuain. Un altro episodio, invece, è capitato nell’area di rigore della Juventus dove un fallo di Giorgio Chiellini, su Alessio Romagnoli, poteva essere punito con il calcio di rigore ma l’arbitro ha deciso di punirlo con un fallo, in attacco, del difensore milanista.

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK