Juve-Milan, la Coppa Italia si giocherà a porte aperte. Ma…

0
24

Juve-Milan di mercoledì si giocherà a porte aperte, ma ci saranno limitiazioni per i cittadini di tre regioni del nord Italia. Continua l’emergenza.

fallo rebic cuadrado milan juventus
fallo rebic cuadrado milan juventus

Juve-Milan di Coppa Italia non è in discussione. Si giocherà regolarmente mercoledì sera a porta aperte. Ma sarà uno spettacolo monco, con uno Stadium che probabilmente non raggiungerà il tutto esaurito. «Non sarà una semifinale di ritorno di Coppa Italia libera a tutti quelli che hanno comprato il biglietto – scrive Tuttosport-. I tifosi, bianconeri o rossoneri, che sono resi- dente in Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e nelle province di Savona e Pesaro-Urbano non potranno venire a Torino. A spiegar- lo è stato il presidente del Piemonte Alberto Cirio in una conferenza stampa indetta ieri per fare il punto sulla situazione dei contagi da Coronavirus nella regione subalpina.

LEGGI ANCHE >>> La nuova data del Derby d’Italia può stare bene a tutti quanti? Cosa succede?

Le parle di Cirio su Juve-Milan

«In base al decreto del presidente del Consiglio, in Piemonte c’è di nuovo la possibilità di svolgere le manifestazioni sportive aperte al pubblico. Questo siccome possono essere riaperti musei, cinema e teatri -spiega -. Però, per quanto riguarda gli eventi sportivi, ci sono delle restrizioni. Non possono uscire dalla loro regione i residenti – tifosi di Juve o Milan – lombardi, veneti, dell’Emilia Romagna e delle due province di Savona e Pesaro-Ur- bino. I tifosi atalantini che sono andati a Lecce? Da adesso, con la firma del decreto, non può più accadere. E’ una cautela opportuna per impedire il diffondersi del contagio».