Home Tutto della Juventus - News di ultim'ora Lega Serie A, domani riunione decisiva: le possibili decisioni

Lega Serie A, domani riunione decisiva: le possibili decisioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:43

Domani sarà il giorno di una riunione decisiva e fondamentale in Lega Serie A. Quali saranno le possibili decisioni e le probabili soluzioni?

serie a

Domani sarà un giorno fondamentale per la Lega Serie A. Infatti ci sarà una riunione decisiva per affrontare una delle crisi più difficili che sta vivendo il nostro calcio. Ma di cosa si discuterà? Secondo quanto riportato da ‘Il Corriere dello Sport’ , si dovrebbe stabilire quando e come si potrà ripartire, senza escludere la possibilità di una chiusura anticipata della stagione. Nel caso in cui ci si protraesse fino a luglio, si dovrà trovare una soluzione per quel che riguarda i bilanci societari con scadenza al 30 giugno e con i contratti di calciatori che scadono in quella stessa data. L’ipotesi più probabile sembrerebbe essere quella della prorogatio. A proporla per primo sarebbe stato il presidente della Juventus Andrea Agnelli. Non resta però che attendere cosa succederà.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Coronavirus, l’altruismo di Cristiano Ronaldo: ecco la sua donazione

Lega Serie A, quali sono le possibili decisioni?

Lotito

Non vi è alcun dubbio sul fatto che si potrà riprendere a giocare quando i rischi per la salute saranno definitivamente fugati. L’idea comunque potrebbe essere quella di ridisegnare il calendario da subito, magari portandolo al 2023 e coprendo l’intero anno solare. Secondo alcuni presidenti, come Cellino, il campionato dovrebbe ripartire a agosto o a settembre così come è iniziato l’agosto scorso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Serie A, ripartenza sempre più a rischio: ecco perché

il presidente della Figc Gravina è tra l’altro contrario al congelamento della classifica, delle retrocessioni e delle promozioni. La speranza è che si riesca a trovare una quadra, partendo magari dallo slittamento della Coppa Italia in estate. on va però dimenticata nemmeno l’emergenza economica creata dallo stop del campionato. I casi più complicati sono senza alcun dubbio quelli delle genovesi. Preziosi, che prima del lockdown era prossimo alla quotazione in Borsa delle aziende, si ritrova con tutti i punti vendita chiusi, mentre Ferrero, che a gennaio era passato al concordato preventivo per provare a salvare i business di Farvem Real Estate (immobiliare) ed Eleven Finance (cinema), ha visto peggiorare notevolmente la situazione. Insomma, i problemi d’affrontare saranno davvero tanti.

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK