Superlega, la Juventus trema: decisione durissima di Ceferin

0
271

Superlega, sarebbe già arrivata la decisione di Ceferin sul futuro di Juventus, Real Madrid e Barcellona: una presa di posizione durissima

Superlega
Ceferin (getty images)

I fatti sono precipitati ieri, quando la UEFA ha annunciato di aver trovato un accordo con 9 dei 12 club fondatori della Superlega. Solo Juventus, Real Madrid e Barcellona non sono “riuscite” a rientrare nelle grazie di Ceferin. Questa mattina, inoltre, i tre club hanno emanato una nota, durissima, contro le “minacce e le pressioni”. Una guerra totale. E secondo alcune previsioni, il massimo dirigente del calcio Europeo avrebbe già preso una decisione.

Che è durissima. E la Juve trema se questo venisse confermato dai fatti. Ci sarebbe da attendere ancora un poco: perché il tutto dovrebbe essere comunicato dopo la finale di Champions League, tra Manchester City e Chelsea, prevista il prossimo 29 maggio a Istanbul. Saranno giorni di passione per i tifosi bianconeri. Costretti a stare attenti a quello che potrebbe succedere. Ne va del futuro della società.

LEGGI ANCHE: SuperLega, risposta ufficiale della Juventus alle minacce della Uefa

LEGGI ANCHE: Super League, sanzioni possibili: il pensiero del presidente Fifa Infantino

Superlega, la decisione di Ceferin è durissima

Juventus
Dirigenza Juventus, Andrea Agnelli (Getty)

Secondo CadenaCope, una delle più importanti testate giornalistiche spagnole, la Uefa avrebbe deciso per la squalifica per i prossimi 2 anni dalle Coppe. Una sanzione che coinvolgerebbe Juventus, Real Madrid e Barcellona. Nulla di ufficiale, ovviamente. Anche se, c’è da dire, le sensazioni dopo i fatti degli ultimi giorni non sono sicuramente positive.

La questione però potrebbe cambiare da un momento all’altro. Perché immaginare la prossima Champions League, senza Juventus (che ancora deve qualificarsi), Real Madrid (la squadra che ne ha vinte di più nella storia della manifestazione) e Barcellona (che ha Messi in squadra), appare assai improbabile. Ma lo scontro è aperto. E potrebbe anche portare a qualcosa di clamoroso.