Juventus, spunta un nuovo retroscena sull’addio di Sarri

0
62

Juventus, alla ripresa del campionato ci sarà Lazio-Juventus. E l’ex portiere Marco Ballotta è tornato sulla fine del rapporto tra i bianconeri e il tecnico.

Si sono detti addio in una calda serata d’agosto, quand’era ancora fresca la delusione per l’ennesima eliminazione dalla Champions League. Ma tra la Juventus e Maurizio Sarri, com’è ormai noto, non è mai scoppiata la famosa scintilla. Il vero amore è rimasto una chimera. Un’antipatia reciproca, che probabilmente affonda le radici negli anni dei frizzanti testa a testa con il Napoli. O forse anche prima. Fatto sta che quella tra la società bianconeri e l’allenatore toscano è stata “una storia sbagliata”, come cantava il grande Fabrizio De André.

Subito dopo la sosta per le nazionali le strade della Vecchia Signora e del tecnico di Figline Valdarno torneranno ad incrociarsi. Sarri sfiderà la Juventus con la sua Lazio allo stadio Olimpico di Roma. Entrambe stanno affrontando un momento particolare. Anche i biancocelesti hanno avuto finora troppi alti e bassi, dimostrando di non aver ancora assorbito pienamente i nuovi dettami tattici.

Leggi anche: Calciomercato Juventus, non si muove | “Sta bene a Torino”

Juventus, Ballotta: “Coi bianconeri non si sono lasciati bene”

Sul rapporto con la Juventus è tornato qualche minuto fa l’ex portiere Marco Ballotta, storico estremo difensore della Lazio, intervistato dal sito juventusnews24.com. “Sarri ha portato nuove idee ma non è affatto semplice assimilarle in pochi mesi – ha detto – Potrebbe volerci del tempo, un po’ come successa all’epoca della sua esperienza juventina. Ci sono delle problematiche ancora irrisolte, ora sta facendo in modo che i suoi giocatori lavorino più serenamente”. 

“La Juventus? So che non si sono lasciati bene – ha svelato Ballotta – ma può succedere: si tratta pur sempre di professionisti. Sono dei problemi in cui è facile incappare quando si fa questo mestiere”.