Juventus, c’è un altro caso Covid | Ha già abbandonato il ritiro

0
18

Juventus, nuova tegola in arrivo per Montemurro: si ferma un’altra calciatrice bianconera dopo la positività al Covid-19 di Arianna Caruso.

Ancora cattive notizie dal ritiro della nazionale azzurra femminile. Anche la calciatrice bianconera Martina Rosucci è risultata positiva al Covid-19 ed ha già abbandonato Coverciano. Insieme a lei anche la romanista Giada Greggi: entrambe, comunica la Figc, stanno già facendo ritorno ai loro club di appartenenza.

Calciomercato Juventus
Juventus (Getty Images)

E siamo a due. Ieri, infatti, era toccato ad Arianna Caruso dover fare dietrofront, rimettersi in viaggio destinazione Torino e affrontare l’autoisolamento. Due centrocampiste della Juventus fuori gioco nel giro di ventiquattrore. Non fa di certo i salti di gioia la selezionatrice Milena Bartolini, costretta a giocare la delicata doppia sfida per le qualificazioni ai campionati del mondo 2023 contro Svizzera e Romania senza due tasselli importanti del gruppo azzurro.

Leggi anche: Juventus, magia di Soulé contro il Chelsea: i tifosi sognano – VIDEO

Juventus, positiva la centrocampista Rosucci

Una brutta tegola anche per l’allenatore della Juventus femminile, Joe Montemurro. Il tecnico non ha fatto in tempo a festeggiare la storica vittoria sul Wolfsburg in Uefa Women Champions League, che dovrà subito far fronte a dei problemi di formazione nei prossimi delicati impegni delle ragazze.

Sia Caruso che Rosucci non vedono l’ora di tornare a disposizione. Ieri, nel frattempo, l’ex calciatrice della Res Roma aveva affidato a Instagram i suoi pensieri: “Purtroppo questo virus insidioso ha colpito anche me, mi costringerà a rimanere a casa per qualche tempo e soprattutto non mi permetterà di aiutare le mie compagne – ha scritto sul noto social la Caruso – Per ora sto bene, non ho particolari sintomi e non vedo l’ora di tornare a fare ciò che amo. Ringrazio tutti coloro che hanno avuto un pensiero per me. In questi giorni tiferemo insieme la nostra Nazionale”.