Juventus sempre on fire: via libera per la costruzione del “mini Stadium”

0
203

Juventus sempre on fire, nelle intenzioni del club c’è quella di ampliare il centro sportivo e costruire il nuovo impianto. 

Si continua a pensare in grande in casa Juventus. Oltre un decennio fa il club bianconero fu il primo, in Italia, a capire che non si può crescere senza infrastrutture all’altezza. Da questa convinzione sorse lo Juventus Stadium – oggi denominato Allianz per questioni di sponsorizzazione – oggi uno degli stadi più all’avanguardia del Bel Paese ed ovviamente tra i fiori all’occhiello della Vecchia Signora.

Allianz Stadium ©️LaPresse

Un “modello” che purtroppo nessun competitor è riuscito finora ad imitare, tranne rari e sporadici casi. Non è una novità, infatti, che la maggior parte degli impianti italiani è del tutto obsoleta. Nei giorni scorsi l’ha rimarcato, tra l’altro, il presidente della Uefa Ceferin a proposito della candidatura avanzata dalla Figc per l’organizzazione degli Europei 2032.

Juventus sempre on fire, verrebbe utilizzato da JWomen e Under-23

Allianz Stadium © LaPresse

L’Allianz Stadium però potrebbe presto avere un “gemello”, uno sorta di mini-Stadium sulla falsariga di quello di Barcellona. Un impianto da 5000 posti, la cui costruzione era già in cantiere da tempo ma subì un forte rallentamento a causa della pandemia.

Come riporta invece il giornalista Luca Momblano sul suo profilo Twitter, la Juventus è pronta a riprendere in mano “la questione dell’ampliamento centro sportivo (giovanili) nell’area adiacente alla Continassa”. E di conseguenza riparte anche il piano per il sopracitato “MiniStadium” – che verrebbe utilizzato dalla Juventus Women e dall’Under 23 – in un’altra area adiacente già individuata in passato prima del Covid. Secondo Momblano, il club avrebbe già ottenute le varie autorizzazioni.