Calciomercato, Zaniolo “smonta” la Juventus: la decisione è una mazzata

0
364

Calciomercato, dietrofront clamoroso del talento giallorosso: i bianconeri restano alla finestra ma le speranze si assottigliano. 

Si diradano le nubi su Trigoria. Continua a schiarirsi il cielo sul quartier generale giallorosso e quei dubbi che attanagliavano l’ambiente prima del ritiro precampionato oggi sembrano essersi quasi completamente dileguati. La proprietà sta mantenendo fede alle promesse fatte subito dopo la vittoria della Conference League, garantendo ai tifosi di provare a costruire una squadra più forte. Una rosa che fosse in grado di ridurre il gap con le altre big del campionato italiano, affinché il trionfo di Tirana diventi solo una base di partenza.

Calciomercato Juventus
Zaniolo ©️LaPresse

L’arrivo di Paulo Dybala, inimmaginabile fino a poche settimane prima, equivale a un guanto di sfida lanciato a quelle squadre che nella passata stagione hanno chiuso ai primi quattro posti. Nelle prossime ore approderà alla corte di José Mourinho anche Georginio Wijnaldum, un altro pezzo da novanta che va ad aggiungersi al puzzle capitolino. E Zaniolo? L’ex Primavera dell’Inter veniva descritto sin dallo scorso maggio con le valigie in mano, ma le mosse di mercato del direttore generale Tiago Pinto gli avrebbero fatto cambiare idea.

Calciomercato, Zaniolo adesso spinge per restare a Roma

calciomercato juventus
Tiago Pinto ©️LaPresse

La permanenza nella Capitale del fantasista ligure non è più un’utopia, come racconta il quotidiano la Repubblica nell’edizione odierna. L’interesse della Juventus è al momento un lontano ricordo. Anche per lo stesso giocatore, che si sarebbe trasferito volentieri a Torino. I bianconeri restano in ogni caso alla finestra, premeditando magari un ultimo affondo prima della chiusura del mercato. Ma ora è il classe ’99 a frenare qualsiasi trattativa, dopo essersi reso conto che la società vuole puntare in alto. Accantonata anche l’ultima proposta del Tottenham, secondo Repubblica l’unico club che si è avvicinato ai 50 milioni richiesti dalla Roma per privarsi del suo talento. Gli Spurs di Antonio Conte ne avevano proposti 40, con Ndombelé e Tanganga come eventuali contropartite tecniche.