Psg-Juventus non è finita: quei 3 a Vlahovic e Miretti fanno ancora discutere

0
533

Psg-Juventus non è finita, severissimi i giornalisti francesi con alcuni bianconeri protagonisti della sfida di ieri con Mbappé e compagni. 

Sconfitta “onorevole”. In molti l’hanno definita così, anche se qualcuno potrebbe storcere il naso. In effetti il timore di una goleada, dopo il vantaggio firmato dal solito Mbappé nei primi minuti, era tutt’altro che infondato. Poteva rivelarsi un naufragio, la trasferta parigina della Juventus, soprattutto se si considera quali fossero le premesse. Ed invece i campioni di Francia l’hanno spuntata solamente di misura, rischiando persino di subire il gol del pareggio nel finale. Una partita dalle due facce: primo tempo interamente di marca Psg, nel secondo sono usciti fuori i bianconeri, accorciando le distanze con il subentrato McKennie.

Psg-Juventus
Vlahovic ©️Ansafoto

Un 2-1, insomma, che consente agli uomini di Massimiliano Allegri di uscire a testa alta dal Parco dei Principi – tenendo conto anche delle molteplici assenze con cui era costretto a fare i contro l’allenatore – e ripartire con nuove certezze in vista dei prossimi impegni. Come sosteneva il tecnico, le partite più importanti, in coppa, saranno quelle con il Benfica. Che ieri, come da pronostico, non ha avuto problemi contro gli israeliani del Maccabi Haifa.

Psg-Juventus non è finita, le uniche sufficienze ad Allegri, Perin e McKennie

Psg-Juventus
McKennie ©️Ansafoto

Nel complesso, non una prova entusiasmante quella della Juventus sotto il profilo del gioco espresso. Bonucci e compagni sono stati più intraprendenti rispetto alla gara di Firenze ma era come se l’obiettivo primario fosse quello di limitare i danni. Una prestazione che di certo non è piaciuta ai giornalisti d’oltralpe, che sono stati durissimi con i giocatori bianconeri. Ci riferiamo ai voti del noto quotidiano l’Equipe, che sembra aver davvero calcato la mano con alcuni di loro. Vlahovic, ad esempio, si sarebbe “meritato” un 3, mentre l’altro voto molto basso l’hanno riservato a Miretti: 3 anche al giocatore classe ’03 che proviene dalle giovanili. Le uniche sufficienze sono quelle di Allegri, Perin e McKennie.