Polveriera Juventus, cade un’altra “testa”: i dettagli

0
90

Polveriera Juventus, nei prossimi giorni la società potrebbe prendere i primi provvedimenti: nel mirino c’è finito un “fedelissimo”.

Non c’è alcun dubbio sul fatto che la Juventus stia attraversando uno dei momenti più difficili dell’ultimo decennio. Questa doveva essere la stagione della svolta, quella che avrebbe fatto dimenticare il deludente primo anno dell’Allegri 2.0, concluso senza alcun titolo in bacheca. Circostanza, questa, che alla Continassa non si verificava dal 2011: praticamente dall’inizio dello storico ciclo dei nove scudetti.

È ancora lunga, c’è tempo per recuperare ma l’inizio non promette affatto bene. E impensierisce sia dirigenza che tifosi. La Juventus ha perso le due gare di Champions League contro Psg e Benfica, compromettendo – di fatto – il proprio percorso nella manifestazione. Insoddisfacente anche quello in campionato: bianconeri lontani dalla vetta e con sole due partite vinte in sei giornate, la prima con il Sassuolo e la seconda con lo Spezia. Per il resto tanti pareggi e un gioco che continua a latitare. Molti giocatori appaiono confusi, svuotati e privi di idee. Massimiliano Allegri è in discussione, anche se l’esonero – chiesto a gran voce da molti – è al momento un’ipotesi remota.

Polveriera Juventus, Folletti sembra avere le ore contate

Folletti ©️LaPresse

L’allenatore originario di Livorno è sul banco degli imputati non solo per i risultati deludenti. Nel mirino c’è finita anche la preparazione atletica dei calciatori: inevitabile alla luce dei tanti infortuni – sono 16 in appena due mesi – con cui sta facendo i conti il tecnico toscano. È evidente che la Juventus non riesca ad andare alla velocità delle altre squadre e che finora ha subito la fisicità di ogni avversario che ha incontrato. Ed ecco che potrebbe cadere una prima testa. Circola la voce che sarà quella del preparatore Simone Folletti, fedelissimo di Allegri, che nei prossimi giorni rischia di essere sollevato dall’incarico.