Milan-Juventus, batticuore infortuni: top player a serio rischio

0
17

Milan-Juventus, gli esami hanno confermato il problema al polpaccio riscontrato durante il match con la sua nazionale. 

La Serie A è ferma per gli impegni delle nazionali ma alla Continassa sono già proiettati con la mente alla prossima sfida di campionato con il Bologna, in programma tra due fine settimana. Coi rossoblù di Thiago Motta serviranno giocoforza risposte decise, forti. Una prestazione in controtendenza rispetto a quelle che gli uomini di Massimiliano Allegri hanno offerto finora. La Juventus, inutile rimarcarlo, ha bisogno dei tre punti. Il distacco dalle prime della classe (Napoli e Atalanta) è già cospicuo – sette punti – e il rischio è quello di restare troppo indietro e perdere, come accadde lo scorso anno, il treno tricolore.

San Siro
©️LaPresse

Non si può più scherzare neppure in Champions League, dove i bianconeri potrebbero clamorosamente mancare la qualificazione agli ottavi dopo la doppia sconfitta con Psg e Benfica. L’allenatore livornese è ancora in carica ma resta un osservato speciale. Nel senso che la società non è più disposta a perdonargli altri eventuali passi falsi.

Milan-Juventus, Maignan salterà la sfida di San Siro

Maignan
Maignan ©️LaPresse

Archiviata la parentesi nazionali, per la Juventus inizia un altro massacrante tour de force. Dopo il Bologna, Vlahovic e compagni non avranno tempo di rifiatare. Prima il Maccabi Haifa in Champions, gara da vincere a tutti i costi, poi a distanza di qualche giorno il big match con il Milan campione d’Italia in carica. Quella coi rossoneri sarà una sorta di prova del nove per la Vecchia Signora, che tuttavia potrebbe non incrociare sulla sua strada uno degli estremi difensori più forti e affidabili della massima serie: Mike Maignan.

Il portiere francese si è infortunato ieri sera nella partita tra i Bleus e l’Austria, riscontrando un problema al polpaccio. Pochi minuti fa i controlli effettuati dall’ex Lille hanno escluso eventuali lesioni, ma Maignan dovrà restare fermo per almeno 2/3 settimane, saltando dunque anche la gara di San Siro contro la Juventus.