“Vorrei giocare con Giroud”: calciomercato Juventus, “addio” già scritto

0
82

“Vorrei giocare con Giroud”, il terzino ha svelato alcuni interessanti dettagli a proposito del suo futuro.

Una volta toccato il fondo, si sa, non può che iniziare la risalita. E il “fondo” in questo caso equivale ad un’eliminazione dalla Champions League che quest’anno è arrivata troppo presto, addirittura ad ottobre. Un durissimo colpo per la Juventus, che in un primo momento sembrava destinata anche ad un campionato anonimo, diretta conseguenza della figuraccia rimediata in Europa. Sei vittorie consecutive, tra l’altro senza incassare neanche un gol, hanno invece riportato i bianconeri ai piani alti della classifica della Serie A. Gli uomini di Massimiliano Allegri hanno riacciuffato il Milan e sognano di fare lo stesso con il Napoli, nel ricordo di quella incredibile rimonta della stagione 2015-16.

“Vorrei giocare con Giroud”: Calciomercato Juventus, “addio” già scritto
Giroud ©️LaPresse

In molti si domandano in questi giorni se la sosta sarà salutare oppure no. Il tecnico in tal senso appare ottimista: se non altro recupererà gli infortunati, quei giocatori di cui non ha potuto disporre nei primi mesi della prima parte della stagione.

“Vorrei giocare con Giroud”, Pavard risponde alle sirene del Milan

“Vorrei giocare con Giroud”: Calciomercato Juventus, “addio” già scritto
Pavard ©️Ansafoto

Nel frattempo è il mercato a monopolizzare l’attenzione, non solo quella dei tifosi. Esiste un problema esterni e la società si sta già muovendo per risolverlo. Piace parecchio Benjamin Pavard del Bayern Monaco: il nazionale francese ha già fatto intendere di non voler rinnovare con il club bavarese e in estate potrebbe lasciare la Germania.

In Italia non ci sarebbe solo la Juventus sulle sue tracce, ma anche il Milan fa sondaggi. E ulteriori conferme arrivano anche dallo stesso giocatore, intervistato dalla Gazzetta dello Sport. “Vincere non è mai facile – ha confessato Pavard – ma la Serie A è molto interessante perché è molto aperta, come mi raccontano gli amici Giroud, Theo Hernandez e Rabiot. Basta vedere il duello continuo tra Napoli e Milan. E con l’Inter che non è stata facile da affrontare in Champions, e di cui me ne parlava a suo tempo anche Perisic. La Juventus di oggi è in ricostruzione, tornerà presto ai suoi livelli”.