Perisic beffa la Juventus due volte: scacco matto da 80 milioni

0
358

Perisic beffa la Juventus due volte, l’ex esterno nerazzurro è pronto a mettere una buona parola per “sponsorizzare” il suo club. 

Ivan Perisic è stata una grande illusione. Sembrava che la scorsa estate la Juventus potesse accoglierlo dopo il mancato rinnovo con l’Inter ma alla fine l’esperto esterno croato ha deciso di partire alla volta dell’Inghilterra. Ha scelto il Tottenham di uno dei suoi mentori, Antonio Conte. Con il tecnico salentino, l’anno precedente, aveva vissuto un’annata sensazionale, contribuendo alla vittoria dello scudetto. Perisic veniva dalla stagione in chiaroscuro con il Bayern Monaco, che alla fine non aveva esercitato il riscatto.

Perisic beffa la Juventus due volte: scacco matto da 80 milioni
Perisic ©️Ansafoto

In questi primi mesi londinesi è stato limitato dai soliti problemi fisici ma ogni volta che è stato chiamato in causa ha risposto presente. Oggi è in Qatar con la sua Croazia, di cui è uno degli uomini di punta. L’obiettivo della selezione a scacchi biancorossi è bissare la storica finale del 2018 in Russia ma ripetersi sarà difficilissimo. L’ex interista fa parte della cosiddetta “vecchia guardia”: tuttavia, il commissario tecnico Dalic può contare al tempo stesso su giovani davvero interessanti.

Perisic beffa la Juventus due volte, l’ex Inter dà una mano a Conte: Tottenham su Gvardiol

Perisic beffa la Juventus due volte: scacco matto da 80 milioni
Gvardiol ©️Ansafoto

Secondo quanto riporta tuttomercatoweb.com, Perisic in questi giorni starebbe “lavorando” per conto del suo allenatore, che ha perso la testa per Josko Gvardiol, giovane centrale croato che veste la maglia del Lipsia. Un giocatore che vorrebbero un po’ tutte le big del continente e che in passato aveva attirato l’attenzione anche della stessa Juventus. Il costo del cartellino è davvero abnorme per il ruolo che ricopre: si parla di 80 milioni, un cifra record. In estate è stato a un passo dal Chelsea ma alla fine è rimasto in Germania. Ora su di lui ci sono pure gli Spurs, “sponsorizzati” anche dal suo connazionale.