Il campione del mondo non lo ha escluso: Juventus a fari spenti

0
68

Il campione del mondo non lo ha escluso, i prossimi mesi saranno decisivi anche per quanto riguarda il suo eventuale rinnovo. 

Nel trionfo mondiale dell’Argentina, che domenica scorsa si è laureata campione del mondo per la terza volta nella sua storia, c’è ovviamente anche un pezzettino di Juventus. Angel Di Maria e Leandro Paredes sono i due calciatori bianconeri che hanno contribuito a portare la Selección sul gradino più alto del podio in Qatar, permettendo al tempo stesso alla Vecchia Signora di consolidare un importante record.

Il campione del mondo non lo ha escluso: Juventus a fari spenti
©️Ansafoto

Nessun club, infatti, vanta più campioni del mondo di Madama. Sale a ventisette, con Di Maria e Paredes, il numero di quelli che hanno sollevato la coppa più ambita mentre erano sotto contratto con il club bianconero. Un primato che la Juventus già deteneva prima dell’inizio del Mondiale: il Bayern Monaco, adesso, è staccato di tre “lunghezze”. Il grande protagonista è stato El Fideo, il cui apporto si è rivelato determinante nella gara più difficile, proprio la finalissima con la Francia di Kylian Mbappé. Di Maria non solo si è procurato il rigore che ha permesso alla selezione di Lionel Scaloni di trovare il gol del vantaggio, ma ha anche apposto la firma sul raddoppio, concludendo un’azione magistrale.

Il campione del mondo non lo ha escluso, Di Maria non esclude a priori un rinnovo fino al 2024

Un Di Maria strepitoso, che purtroppo nei tre mesi di Torino si è visto solo in sporadiche occasioni. La speranza dei tifosi bianconeri è che El Fideo possa replicare quelle magie anche nella seconda parte della stagione: c’è in ballo pure la questione del rinnovo.

Il campione del mondo non lo ha escluso: Juventus a fari spenti
Di Maria ©️LaPresse

Secondo quanto riporta Calciomercato.it, l’entourage del giocatore non esclude a priori la possibilità di prolungare il contratto con la Juventus. Se fosse stato per i bianconeri, Di Maria avrebbe firmato un biennale già la scorsa estate, una soluzione che permetteva alla Signora di usufruire anche dei vantaggi del Decreto Crescita. Ma l’ex Psg non volle impegnarsi per più di un anno, con la prospettiva di tornare a giocare nel suo Rosario Central e chiudere lì la carriera. Le porte della Juventus, ad ogni modo, non sono affatto chiuse. E nei prossimi mesi si potrebbe ufficialmente riaprire il discorso rinnovo.