Asse Roma-Juventus: ritorno di fiamma, sì ad una condizione

0
2784

Asse Roma-Juventus, c’è il ritorno di fiamma per il giocatore in uscita dai giallorossi. Il sì solamente ad una condizione. Ecco quale

L’asse Roma-Torino, ovviamente inteso come Juventus, rimane bello caldo. Perché in questa ultima settimana che manca alla fine delle trattative invernali di mercato potrebbe succedere di tutto. Insomma, sia i bianconeri che i giallorossi qualcosa vorrebbero fare, non solo in entrata, ma soprattutto in uscita, e questo riguarda il club di Tiago Pinto.

Asse Roma-Juventus: ritorno di fiamma, sì ad una condizione
Tiago Pinto, general manager della Roma ©LaPresse

Non parliamo di Zaniolo, che in questo momento sembra molto vicino al Milan o almeno i rossoneri hanno iniziato a parlarne con la Roma, ma di Karsdorp, l’esterno olandese che non farà più un minuto con i giallorossi da qui alla fine della stagione dopo aver rotto con Mourinho in quella ormai famosa partita contro il Sassuolo. Pinto lo vorrebbe cedere e la Juve un esterno lo vorrebbe prendere. Direte voi: cosa manca allora per chiudere questa operazione? Una cosa fondamentale. La formula.

Asse Roma-Juventus, Karsdorp a una condizione

Già nei giorni successi alla rottura con il tecnico giallorosso, Tiago Pinto ha fatto capire a Karsdorp e al suo agente che lo cederà solamente ad una condizione: a titolo definitivo. O al massimo uno strappo alla regola, vale a dire prestito fino alla fine dell’annata ma con obbligo di riscatto senza nessuna condizione.

Asse Roma-Juventus: ritorno di fiamma, sì ad una condizione
Karsdorp ©LaPresse

La paura della Roma sarebbe quella di ritrovarsi di nuovo a Trigoria per il prossimo anno un giocatore che non rientra nei piani societari. Per questo si spinge verso una direzione che non collima con quelli che sono i reali pensieri della Juventus. Che la pista la tiene viva ma solamente legata al fatto di una possibilità di diritto di riscatto e non di obbligo. Insomma, le strade non si sono avvicinate e ognuno guarda verso una direzione opposta. Ma sappiamo benissimo che gli ultimi giorni di mercato di solito stravolgono tutto. E potrebbe succedere così anche stavolta. Forse. La notizia è riportata da Giovanni Albanese della Gazzetta dello Sport.