“Ci difenderemo con tutte le nostre forze”: Ferrero ‘carica’ la Juventus

0
63

Il Presidente della Juventus, Gianluca Ferrero, carica il club in vista della sentenza definitiva in merito alla penalizzazione 

Il presidente della Juventus, Gianluca Ferrero, è intervenuto oggi a un incontro con lo Juventus Club Giovanni e Umberto Agnelli.

Ferrero Juventus
Gianluca Ferrero ©LaPresse

Il nuovo presidente si è soffermato, naturalmente, sulle questioni extra-campo che coinvolgono i bianconeri e che al momento hanno portato a una penalizzazione di 15 punti in classifica. Di seguito le dichiarazioni di Gianluca Ferrero: “La Juventus si difenderà con tutte le sue forze nelle sedi competenti, io ero e rimango un tifoso bianconero. Permane ciò che abbiamo detto nell’incontro con la squadra. La società farà la sua parte nelle aule di giustizia e i giocatori, come stanno facendo, sono chiamati a rispondere sul campo“. Un messaggio chiaro all’ambiente esterno ma anche ai giocatori che stanno dando una risposta concreta sul campo, come dimostra il passaggio ai quarti di Europa League e la vittoria del derby d’Italia a San Siro contro l’Inter.

Juventus, Ferrero assicura: “La società farà la sua parte”

Esiste una Juventus pre e post penalizzazione. Nella prima parte di stagione la squadra di Allegri ha fatto un autentico disastro, perdendo troppi punti e venendo eliminata ai gironi di Champions League.

Presidente Juventus Ferrero
Gianluca Ferrero presidente Juventus ©LaPresse

Dopo la penalizzazione c’è stata la bella reazione in casa contro l’Atalanta ma poi la squadra, come ribadisce spesso Allegri, ha subito il contraccolpo ed è crollata contro il Monza. Da quel momento i bianconeri hanno fatto quasi percorso netto: 10 vittorie in 12 partite (una sola sconfitta contro la Roma e un pareggio col Nantes in Europa League). Adesso, come sottolineato da Ferrero, la Juventus deve continuare a dare segnali sul campo e la società farà la sua parte dal punto di vista giudiziario. Le prossime settimane saranno decisive per conoscere il destino della Juventus: il 19 aprile, infatti, è prevista l’udienza del Collegio di Garanzia del CONI, al termine della quale si scoprirà se la penalizzazione di 15 punti sarà revocata o confermata. Il 27 marzo, invece, si terrà davanti al gup Marco Picco, al Tribunale di Torino, l’udienza preliminare dell’inchiesta ‘Prisma’.

I reati contestati al club piemontese sono: false comunicazioni sociali, ostacolo all’esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza, manipolazione del mercato e dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti. Per la Juventus si prospettano giorni caldi ed estremamente decisivi per le prospettive future del club.