Cosa volete da Vlahovic? Il dato che ‘scagiona’ il serbo: sono appena 4

0
259

Il dato ‘scagiona’ Dusan Vlahovic: sono appena 4 gli attaccanti che hanno un dato migliore. 

La Juventus si prepara alla trasferta di Lisbona contro lo Sporting per provare a staccare il pass per la semifinale di Europa League.

Vlahovic Juventus
Dusan Vlahovic ©LaPresse

I bianconeri ripartiranno dall’1-0 dell’andata ma difendere il vantaggio sarà un’impresa ardua, visto il valore dello Sporting CP che già all’andata ha creato numerose occasioni. Il gol della Juve lo ha realizzato Gatti, in seguito al colpo di testa di Dusan Vlahovic. Il serbo è atteso a una grande prova europea per riscattare un periodo piuttosto nero. Il classe 2000 sembra sfiduciato e non sta riuscendo a esprimersi come vorrebbe. Vlahovic non segna in campionato dalla doppietta contro la Salernitana del 7 febbraio e l’ultimo suo gol europeo, invece, è quello contro il Nantes del 16 febbraio. Più di due mesi senza segnare; una crisi nera dalla quale può uscirne solo con il lavoro e la forza di volontà. La prova contro lo Sporting CP di giovedì sarà una prova forse decisiva per Vlahovic che al momento è un potenziale partente a fine stagione, alla luce delle diverse richieste in Premier League.

Juventus, i numeri della crisi: la media dei palloni toccati è allarmante

Come riportato da ‘Tuttosport’, in area di rigore Dusan Vlahovic tocca in media 4 palloni e mezzo a partita. La metà di quanti ne tocca Victor Osimhen che ne tocca 7.89 a partita.

Vlahovic i numeri della crisi
Dusan Vlahovic ©LaPresse

A seguire c’è Olivier Giroud che ne tocca 7.10. Al terzo posto si piazza Ciro Immobile che ha una media di 6.56 palloni toccati a partita, seguito da Lautaro Martinez con 5.88 di media. Il centravanti serbo, quindi, si piazza al quinto posto ma con una distanza netta dai primi due. Il gioco della Juventus, probabilmente, non sta esaltando le sue qualità. Vlahovic è un giocatore a cui piace attaccare la profondità e muoversi tra le linee. I bianconeri, però, giocano molto in orizzontale, con poche tracce verticali. Inoltre, i reparti sono spesso corti e di conseguenza la profondità è difficile da trovare per il serbo. Senza dubbio, poi, c’è anche un aspetto mentale che sta condizionando l’ex Fiorentina che è reduce da un problema di pubalgia che ha condizionato, e non poco, la sua stagione, limitandolo anche durante il Mondiale in Qatar. Probabilmente da parte sua c’è anche la paura nel forzare certi tipi di giocate che fino a poco tempo fa gli venivano naturali. Dal dato precedente si evince come siano appena 4 gli attaccanti di Serie A che toccano più palloni di Vlahovic in area di rigore a partita. È altrettanto vero, però, che la distanza dai Osimhen e Giroud è piuttosto netta e certifica le enormi difficoltà dell’attaccante bianconero.