Kaio Jorge e Vlahovic show: la Juventus si diverte e ne mette a segno otto

0
246

Kaio Jorge e Vlahovic show. E’ il giorno di Juve A-Juve B all’Allianz Stadium. Una delle ultime verifiche per la formazione di Massimiliano Allegri.

È arrivato in elicottero John Elkann quasi a voler ricordare i trionfali arrivi di suo nonno, l’Avvocato Gianni Agnelli. Ma Torino, purtroppo per l’amministratore delegato di Exor, non è Villar Perosa e la Continassa, nel suo insieme non ha molto a che spartire con la Val Chisone. Ma la scelta è stata fatta.

Kaio Jorge e Vlahovic show
Dusan Vlahovic (Foto ANSA juvelive.it)

L’Allianz Stadium è pertanto diventato il teatro del canonico vernissage di metà agosto che cade nel centenario del matrimonio della famiglia Agnelli con il club torinese. 24mila tifosi hanno riempito il primo anello dello Stadium e sono pronti ad assistere ad una delle ultime amichevoli della formazione di Massimiliano Allegri prima dell’inizio ufficiale della stagione.

Scorrendo le formazioni si scopre che vi sono diverse assenze ed una gustosa novità. Assenti, per i carichi di lavoro, Szczesny, Danilo, McKennie, Kostic mentre Perin, Pogba, De Sciglio, Rovella, Fagioli, e Rabiot sono alle prese con i loro rispettivi infortuni. In campo, a sorpresa, c’è invece Vlahovic.

Formazioni ufficiali:

Juventus con Pinsoglio, De Winter Bremer, Alex Sandro, Cambiaso, Nicolussi Caviglia, Locatelli, Miretti, Weah, Chiesa, Vlahovic.

Juve Next Gen di Brambilla con Garofani, Savona, Poli, Muharemovic, Perotti, Maressa, Nonge, Hasa, Turicchia, Mbangula, Cerri.

Kaio Jorge, il ritorno
Kaio Jorge (Foto ANSA juvelive.it)

Calcio d’inizio e dalle tribune si leva un coro: “Noi Lukaku non lo vogliamo” tanto per rendere subito l’idea. La Juventus ha l’iniziativa, come da copione, con Chiesa e Locatelli particolar mente attivi. Al 15esimo minuto Nicolussi Caviglia viene atterrato in area di rigore da Nonge. Calcio di rigore che Vlahovic trasforma. 1 a 0 Juve. Dopo la rete del serbo per alcuni minuti, si sono levati altri cori pro Dusan.

Bella punizione di Hasa parata molto bene da Pinsoglio al quale risponde, pochi minuti dopo, Garofani che respinge un tiro i Miretti opo una bella combinazione Vlahovic-Cambiaso. Siamo alla mezz’ora quando Muharemovic commette fallo su Chiesa. Punizione al limite trasformata ancora da Vlahovic complice una deviazione. Dopo la mezz’ora ecco i primi cambi fuori, tra gli altri, Chiesa e Locatelli, dentro Soulé e Kean.

All’azzurro bastano solo cinque minuti per realizzare la terza rete a conclusione di una bella azione personale. Rete che di fatto chiude il primo tempo. La ripresa inizia con una buona notizia si rivede in campo il brasiliano Kaio Jorge dopo il grave infortunio. Ha sostituito Vlahovic, protagonista, in tutti i sensi della partita. In campo anche Facundo Gonzalez. Bastano pochi minuti a Kaio Jorge per trovare una rete che fa morale su assist di Kean, bissata dopo soltanto una manciata di minuti. Un giocatore ritrovato per la Juventus.

Siamo quasi alla mezz’ora quando Milik sigla il sesto sigillo bianconero. 78esimo minuto, Kaio Jorge firma la sua tripletta e dopo quattro minuti Huijsen di testa firma l’8 a 0 finale. Kaio Jorge e Vlahovic show! Tre reti di Kaio Jorge, doppietta ed applausi calorosi per Vlahovic e reti di Kean, Milik e Huijsen.