Bellingham alla Juventus: quando il no ‘costa’ 103 milioni di euro

0
133

Jude Bellingham si è preso il Real Madrid ma qualche anno fa aveva sfiorato un matrimonio con la Juventus: il retroscena sul gioiello inglese 

La gara di Champions League di ieri sera tra Napoli e Real Madrid ha avuto un dominatore assoluto in campo, Jude Bellingham.

Bellingham: il retroscena sulla Juventus
Jude Bellingham ©LaPresse

Il centrocampista inglese classe 2003 è stato l’autentico leader dei blancos, trascinando la squadra di Ancelotti alla vittoria con un assist per Vinicius Jr e soprattutto con un gol straordinario partendo da metà campo. Una rete che sintetizza la completezza dell’ex Borussia Dortmund: strapotere fisico, qualità, velocità palla al piede, intelligenza tattica. Un misto perfetto che rendono oggi Bellingham il centrocampista moderno per eccellenza. Come sottolineato da ‘La Gazzetta dello Sport’, però, qualche anno fa il suo nome era stato accostato alla Juventus. Infatti, nella primavera del 2020, non ancora maggiorenne, Bellingham, insieme ai genitori, era sbarcato a Torino per visitare Vinovo e la Continassa.

Juventus, il retroscena su Bellingham: un matrimonio sfiorato nel 2020

Erano giorni cruciali per le scelte professionali di un talento cristallino che si affacciava al grande salto della carriera, dopo aver deciso di lasciare il Birmingham.

Bellingham Real Madrid
Jude Bellingham Real Madrid ©LaPresse

In quel periodo la Juventus era tra le candidate e l’offerta per il ragazzo era piuttosto allettante dal punto di vista economico. Jude sarebbe stato inserito nell’allora Juve Under 23, per poi arrivare in prima squadra. In quel periodo il classe 2003 non era ancora il giocatore di oggi ma già si intravedevano qualità impressionanti. Dopo settimane di riflessione, in accordo con la famiglia, Bellingham sceglie il Borussia Dortmund che sborsa 30 milioni di euro per superare la concorrenza. Il club tedesco gli garantiva subito l’inserimento in prima squadra, a differenza di quanto proponeva la Juventus. Un fattore che ha fatto una grande differenza nella decisione finale del giocatore. Il Dortmund è stato trampolino di lancio definitivo per il suo approdo al Real Madrid per 103 milioni. Un retroscena, quello sulla Juventus, emerso a distanza di tempo e che certifica un matrimonio sfiorato.