Scambio e cash, Juventus fulminata: operazione da 25 milioni

0
58

Sono sempre tanti i rumors di calciomercato in questo periodo dell’anno, rumors che ovviamente coinvolgono anche la Juventus.

I bianconeri sono impegnati sul campo per cercare di conquistarsi un posto al sole. Finora i risultati stanno dando ampiamente ragione a mister Allegri, che con la sua squadra sta collezionando tante vittorie, meritando la posizione in classifica che attualmente occupa.

Scambio e cash, Juventus fulminata: operazione da 25 milioni
(LaPresse)

La Juventus ha iniziato bene questo 2024 e non vuole perdere terreno da chi sta davanti, ovvero l’Inter. I nerazzurri rimangono i grandi favoriti per la vittoria dello scudetto, ma i bianconeri proveranno a dargli filo da torcere. Confidando magari in qualche acquisto in questa sessione di mercato che possa migliorare la qualità dell’organico. Assicurando qualche alternativa a livello tattico e tecnico all’allenatore juventino. Giorni caldi dunque per il ds Giuntoli, che ad ogni modo deve lavorare non solo sulla squadra del presente ma anche a quella del futuro.

Occhio Juventus, il Milan in pressing su Buongiorno

La Juve infatti durante la prossima estate, al netto di possibili arrivi già nelle prossime settimane, dovrà rinnovare e ringiovanire la sua rosa. Anche il reparto difensivo potrebbe avere delle novità, visto e considerato che ci sono alcuni giocatori che paiono destinati a lasciare Torino.

Scambio e cash, Juventus fulminata: operazione da 25 milioni
Alessandro Buongiorno (LaPresse)

Tra i possibili obiettivi futuri del club spicca anche un nome importante come quello di Alessandro Buongiorno. Che si sta mettendo sempre più in luce con il Torino, ormai è un leader dei granata e si sta ritagliando spazio anche in nazionale. Il calciatore nei giorni scorsi non ha escluso un suo addio ai granata in estate. Tuttavia Sportmediaset ha rilanciato una voce che vorrebbe il Milan interessato al centrale. I rossoneri sarebbero pronti a offrire l’attaccante Colombo (oggi al Monza) più dieci milioni di euro, per un affare totale da 25 milioni di euro. Un tentativo per anticipare la concorrenza?