Calciomercato Juve: mani legate per Giuntoli, sfuma il nuovo ‘6’

0
59

Non è una sessione di mercato facile per Cristiano Giuntoli, alle prese con alcune delicate questioni di carattere tecnico ed economico. Un altro colpo rischia di sfumare, ecco tutti i dettagli. 

Nonostante il buon piazzamento in classifica, Cristiano Giuntoli per questo calciomercato di gennaio 2024 ha le mani legate. Il dirigente deve fare i conti con l’indice di liquidità che sta bloccando le operazioni in entrata per la Juventus. Per risolvere serve una cessione importante ed ecco perché, per completare l’acquisto di Tiago Djalò dal Lille è servita la partenza al Palermo di Ranocchia. Intanto, c’è l’annuncio riguardo la prossima destinazione del calciatore che di sicuro non vestirà la maglia della Vecchia Signora.

Juventus, lente d'ingrandimento su Charlie Patino
Giuntoli – Juvelive.it (Lapresse)

Perché l’indice di liquidità frena il mercato della Juventus? La situazione contabile del club è riferita a quella chiusa al 30 settembre. Ecco perché la società deve rispettare alcuni parametri. Il problema sta nel fatto che la società bianconera non aveva ancora completato per l’aumento di capitale che è stato fatto successivamente alla data del 30 settembre. Ecco perché, per i conti Covisoc, la modifica dell’indice di liquidità – che darà ossigeno a Cristiano Giuntoli per il calciomercato – avverrà a partire dalle operazioni che saranno effettuate dopo il 31 marzo. Per la sessione invernale di calciomercato di gennaio 2023, il dirigente della Juventus ha le mani legate: prima di acquistare è costretto a vendere. 

Calciomercato Juventus: arriva il no di Allegri, stop per l’arrivo dell’inglese

Secondo le ultime indiscrezioni di mercato Juventus, riportate da Football Insider, il futuro del centrocampista del Manchester City Kalvin Phillips non sarà alla Juventus. 

Kalvin Phillips
Kalvin Phillips, salta? (Foto LaPresse) juvelive.it

E’ in dirittura d’arrivo la trattativa che riguarda il giocatore inglese, ex Leeds, che è in uscita dal club di Guardiola. Accostato con insistenza alla Juventus, alla fine è arrivato lo stop da Massimiliano Allegri che in quel ruolo preferisce un altro tipo di calciatore. Ecco spiegato, dunque, l’inserimento di altre società che si sono mosse per prendere Kalvin Phillips dal Manchester City. Tra queste, ad avere la meglio è il Tottenham che è ad oggi in vantaggio sulle inseguitrici. E’ vicina alla conclusione l’affare che avrà un costo per il prestito da 6 milioni di sterline. L’ex scout degli Spurs Bryan King ha rivelato che c’è un accordo tra il Tottenham e Kalvin Phillips nonostante la richiesta del City per un prestito elevato.