Quando le visite mediche non sono una formalità: fiato sospeso Juventus

0
173

Quando le visite mediche non sono una formalità, in questa settimana il giocatore atterrerà a Torino: occhio ai possibili colpi di scena. 

Scenderà in campo per ultima, la Juventus, in una giornata di Serie A spalmata su ben 4 giorni per permettere di recuperare alle squadre che nella scorsa settimana sono state impegnate in Coppa Italia. I bianconeri di Massimiliano Allegri hanno giocato giovedì scorso con il Frosinone, abbattuto 4-0 allo Stadium, conquistando senza problemi un pass per le semifinali della coppa nazionale, dove ad aprile affronteranno la Lazio.

Quando le visite mediche non sono una formalità: fiato sospeso Juventus
I giocatori bianconeri esultano – Juvelive.it (Lapresse)

In campionato, invece, sarà il Sassuolo l’avversario della Signora nella giornata che dà il via al girone di ritorno. Una partita da vincere a tutti i costi quella con i neroverdi, per rispondere all’Inter che sabato ha fatto un sol boccone del Monza riportandosi a +5 sui bianconeri. L’obiettivo di Danilo e compagni è fare 6 punti nelle prossime due gare con Sassuolo e Lecce per prendersi, momentaneamente, la testa della classifica. L’Inter, infatti, nel prossimo fine settimana parteciperà alla Final Four di Supercoppa Italiana, saltando l’impegno di campionato. In attesa che i nerazzurri recuperino la sfida con l’Atalanta, la Juventus potrebbe volare in vetta e guardare tutti dal basso verso l’alto.

Quando le visite mediche non sono una formalità, dubbi sulle condizioni fisiche di Djalò

Per continuare a viaggiare a ritmi sostenuti il tecnico livornese ha però bisogno di qualche rinforzo. E attende con ansia il primo colpo del mercato di gennaio, che molto probabilmente sarà il portoghese Tiago Djalò, in arrivo dal Lille.

Juventus, Djalò in dirittura d'arrivo
Tiago Djalò (Lapresse) – Juvelive.it

In questa settimana il difensore centrale atterrerà a Torino e sosterrà le visite mediche ma occhio ai possibili colpi di scena. L’edizione odierna di Tuttosport, infatti, preferisce mettere in guardia i tifosi bianconeri: gli esami, stavolta, non saranno affatto una formalità. Djalò è reduce da un brutto infortunio al ginocchio destro – rottura del crociato – e la Juve, sebbene informata sul decorso post-operatorio, vuole vederci chiaro.