Juventus, Chiesa e Rabiot out: l’annuncio di Allegri in conferenza

0
203

Le parole di Max Allegri alla vigilia della sfida tra Lecce e Juventus. Ecco quanto dichiarato dal tecnico livornese nella conferenza stampa di presentazione.

Una partita da non fallire. Per lanciare un altro messaggio all’Inter, conquistando tre punti di nevralgica importanza per rilanciare la corsa Scudetto, ma più in generale per impreziosire una prima parte di stagione disputata complessivamente su alti livelli.

Juventus, le parole di Max Allegri alla vigilia della sfida con il Lecce
Allegri (LaPresse) – Juvelive.it

Consapevole delle difficoltà della sfida del Via del Mare contro il Lecce, Max Allegri ci ha tenuto, però, a tenere molto alta la concentrazione dei suoi ragazzi alla vigilia di un match che nasconde molte insidie. Tanti gli spunti offerti dalla conferenza stampa del tecnico livornese. Di seguito le parole di Allegri:

“Come sta la squadra? La squadra sta meglio, ha fatto un buon allenamento ieri. Domani saranno sicuramente assenti Rabiot e Chiesa. Il francese ha avuto un affaticamento al polpaccio. Federico ha avuto un riacutizzarsi del problema al ginocchio e verrà valutato nel corso dei prossimi giorni. Su Rabiot, il polpaccio è una zona delicata”.

INSIDIE DI LECCE – “Giocare a Lecce è sempre complicato, vengono fuori partite scomode e non belle. Una squadra che crea, difende molto bene e soprattutto nelle prime quattro partite in casa ha fatto sempre partite positive. Kean? Ci ho parlato per sapere come sta, domani inizia a correre. Se è in uscita? Ne ha parlato il direttore nei giorni scorsi, al mercato pensano loro”.

Allegri alla vigilia di Lecce-Juventus: le parole del tecnico bianconero

Allegri ha poi continuato la sua disamina nel corso della conferenza di vigilia alla sfida con il Lecce:

Allegri porta a spasso l'Inter
Massimiliano Allegri porta a spasso l’Inter (Foto ANSA) juvelive.it

Si può parlare di Scudetto? “Non si deve parlare di niente, domani l’obiettivo numero uno è non prendere il gol. Mancano ancora tanti punti per cercare di arrivare alla quota Champions e questo è il nostro obiettivo”.

VLAHOVIC – “Dusan è cresciuto molto, gioca in modo molto più sereno e tranquillo e sta facendo un altro passo in avanti verso la maturità”.

Pronto a cambiare le metafore dopo guardie e ladri?: “Magari ha fatto divertire. Era solo una battuta in un post gara dove ho usato una metafora di un gioco da bambini. L’unico inseguimento che stiamo facendo è il raggiungimento della Champions. Cerchiamo di vincere a Lecce, davanti l’Inter sta facendo cose straordinarie ed è la favorita per lo Scudetto. Prima facciamo i punti per la quota Champions e meglio è. Siamo in crescita ma vincere a Lecce è sempre complicato; vincere le partite dopo i risultati è sempre facile, prima è più complicato. Le partite vanno giocate e si parte dallo 0-0″. Ci sono dei cavalli che hanno bisogno dei paraocchi e altri no. Nel primo caso, quando arrivano altri cavalli dà loro fastidio e sono costretti a frenare.

ATTACCANTI – “Sono rimasti tre attaccanti. Milik sta bene; indipendentemente dalle partite che giocano, a fare la differenza sono anche quelli che sono in panchina”.

INCHIESTA NAPOLI – “Cosa suggeriresti a Mazzarri? Non suggerisco niente, già faccio fatica a fare il mio e non sono in grado di consigliare agli altri”.