Inter-Juventus, decisione clamorosa di Allegri: attacco stravolto

0
46

Inter-Juventus, Massimiliano Allegri si appresta a prendere una decisione clamorosa in vista del derby d’Italia. L’attacco è stravolto

Si avvicina il derby d’Italia, la partita che può valere una stagione. Soprattutto se l’Inter dovesse riuscire a vincere contro la Juventus allora la squadra di Inzaghi metterebbe davvero le mani sullo scudetto. I bianconeri invece, anche con un pareggio, rimarrebbero in corsa visto che tra poco per i nerazzurri torna la Champions League che potrebbe portare via delle energie fisiche e mentali.

Inter-Juventus, decisione clamorosa di Allegri: attacco stravolto
Allegri e Landucci (Lapresse) – Juvelive.it

In tutto questo Allegri ha cominciato a preparare il match. E occhio a quello che potrebbe succedere in attacco. Kean è a Madrid, Milik è squalificato, Chiesa non sta benissimo. Rimangono quindi a disposizione del livornese Vlahovic, maglia da titolare certa, e Yildiz, che però contro l’Empoli ha fatto panchina per scelta tecnica. E ne potrebbe fare un’altra il giovane turco, almeno stando a quelle che sono le indicazioni che il Corriere dello Sport ha dato questa mattina.

Inter-Juventus, Miretti alle spalle di Vlahovic

La Juventus quindi, per via come spiegato prima anche della voglia, forse, di non perdere, si potrebbe presentare a San Siro con un 3-5-1-1 dove, alle spalle di Vlahovic, potrebbe agire Miretti. Allegri potrebbe decidere di schierare il centrocampista in quella posizione anche per schermare Calhanoglu, vero catalizzatore di tutti i palloni che la difesa nerazzurra cerca di giocare. Un poco come successo nel match di andata.

Inter-Juventus, decisione clamorosa di Allegri: attacco stravolto
Miretti (Lapresse) – Juvelive.it

Una soluzione, questa, che manderebbe ovviamente un segnale: i bianconeri non vogliono perdere in nessun modo e si potrebbe anche accontentare di un pari. Allegri rimarrebbe a meno uno e nella peggiore delle ipotesi, qualora l’Inter dovesse riuscire a vincere il recupero contro l’Atalanta potrebbe andare a meno quattro. E viste le partite che ancora ci sono da qui alla fine della stagione un divario colmabile.