Bufera rossonera contro la Juventus: “Ridatecelo”

0
124

Bufera rossonera contro la Juventus, i tifosi hanno manifestato il proprio disappunto con uno striscione. 

La Juventus non riesce più a vincere. Così, da un giorno all’altro. Tutt’ad un tratto sembra che i bianconeri si siano arenati, dopo una prima parte di stagione in cui invece erano andati ben oltre i propri limiti. Contro il Verona la squadra di Massimiliano Allegri ha di nuovo toppato, accontentandosi di un pareggio, raggiunto peraltro grazie ad un gol del solito Rabiot ad inizio secondo tempo.

Bufera rossonera contro la Juventus: “Ridatecelo”
– Juvelive.it (Lapresse)

Un mezzo passo falso, un altro ancora contro un avversario che sta lottando per mantenere la categoria come gli scaligeri. A fine gennaio era stato l’Empoli a frenare la corsa della Signora, strappando un pareggio prezioso allo Stadium. Poi la sconfitta nello scontro diretto con l’Inter ed infine lo scivolone casalingo, assolutamente inaspettato, con l’Udinese. Il 2-2 del “Bentegodi” ci ha detto che la Juventus non è affatto guarita. E nel frattempo ha fatto suonare l’ennesimo campanello d’allarme, visto che anche il secondo posto adesso è seriamente minacciato dal Milan. I rossoneri avrebbero potuto effettuare il sorpasso già ieri sera se non fossero crollati nel derby con il Monza all’U-Power Stadium.

Bufera rossonera contro la Juventus, i tifosi della Lucchese contro le squadre B

C’è però una Juventus che sta andando a gonfie vele: si tratta della Next Gen di Massimo Brambilla, che ieri ha portato a casa l’ennesimo risultato utile consecutivo.

Bufera rossonera contro la Juventus: “Ridatecelo”
Lo striscione dei tifosi lucchesi (Instagram)

Un gol di Anghelè nella ripresa ha permesso ai giovani bianconeri di riacciuffare la Lucchese nella sfida del “Moccagatta” di Alessandria (1-1) e di allungare la serie positiva. La Juventus Next Gen non perde da metà dicembre, quando si arrese alla Fermana in trasferta. I sostenitori del sodalizio toscano, tuttavia, hanno voluto manifestare il proprio disappunto nei confronti delle cosiddette squadre B affiggendo fuori dallo stadio uno striscione. “Con le squadre B nessuna emozione, ridateci un calcio fatto di passione”, recitava.