Il dopo Rugani è adesso: l’erede è già designato

0
52

Rugani, c’è la fila alla porta della Vecchia Signora, ma qualcuno ha già ampiamente dimostrato di meritare il suo posto.

Non v’è dubbio sul fatto che sia stato lui, Daniele Rugani, l’eroe dello scorso weekend. Che il suo gol al fotofinish abbia dato alla squadra, almeno si spera, la scossa che le occorreva. “Il gol è stata una liberazione che ci toglie da un momento difficile in cui facevamo fatica a emergere”, ha detto il difensore dopo la partita contro il Frosinone.

Il dopo Rugani è adesso: l'erede è già designato
Daniele Rugani (LaPresse) – juvelive.it

“È la prima volta che quest’anno affrontiamo un momento così – ha aggiunto ancora  – adesso dobbiamo continuare la risalita”. Prima di affrontare la salita in questione ha però ben pensato, il 29enne di Lucca, di regalarsi una giornata un po’ diversa. Un magico lunedì in mezzo alla neve in compagnia della sua futura sposa, la giornalista e attrice Michela Persico, e il loro primogenito, il dolcissimo Tommaso.

Se la sono spassati un mondo e hanno staccato, com’è giusto che fosse, sia dalla Juventus che dalla routine in sé. E hanno avuto modo di scoprire, nel corso di questa doverosa giornata di festa, qualcosa di cui non erano ancora a conoscenza.

Che forza Rugani jr: futuro bianconero anche per lui?

Praticamente, per farla breve, per il dopo Rugani c’è la fila alla porta. E un erede, per la verità, sarebbe già stato designato, addirittura, sebbene al momento non vi sia all’orizzonte alcun addio, s’intende.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Michela Persico (@michelapersico)

Si tratta proprio di Rugani junior, che ha colto di sorpresa mamma e papà iniziando a calciare il pallone alla maniera del giocatore bianconero: con il piede destro. Il delizioso video postato da Michela sui social lo ritrae alle prese con i primi passaggi insieme a Daniele, felice come una Pasqua al pensiero di poter finalmente giocare a calcio, oltre che con i compagni di squadra, anche con il suo primogenito.

Un tenero quadretto familiare che, manco a dirlo, ha fatto sognare i tifosi bianconeri. E dimostrato che, a volte, certe cose sono evidentemente scritte nel dna.