Juventus e l’emergenza continua che fa paura

0
14

Juventus e l’emergenza continua in vista della prossima stagione. La gara contro l’Atalanta vedrà una formazione bianconera con gli uomini contati.

Se possibile la situazione peggiora di giorno in giorno. La gara di domenica contro l’Atalanta, già di per sé complicata dato il valore della formazione allenata da Gian Piero Gasperini, rischia di trasformarsi in una sfida impari, ad alto rischio per i bianconeri.

Juventus e l'emergenza continua
Massimiliano Allegri. Juventus e l’emergenza continua (Foto LaPresse) Juvelive.it

E’ dall’inizio di stagione che la Juventus convive con un’emergenza concreta chiamata centrocampo. L’incredibile doppia perdita, per le cause che l’hanno provocata, prima di Paul Pogba e poi di Nicolò Fagioli, ha privato Massimiliano Allegri di due importanti pedine, di cui una, Pogba, avrebbe dovuto essere addirittura il fulcro dell’intero reparto.

Nonostante ciò la formazione bianconera è andata avanti, facendo di necessità virtù e raschiando, fin quando è stato possibile, il fondo di un barile che ormai ha esaurito l’intero suo contenuto. Ogniqualvolta si è presentata un’assenza, per infortunio o squalifica, è scattato l’allarme centrocampo.

Un allarme che si ripresenterà, con il suo aspetto peggiore, proprio nella gara contro l’Atalanta. Alle ‘croniche assenze’ di Pogba e Fagioli, occorrerà infatti aggiungere quella di Rabiot e dell’ultimo arrivato, Alcaraz, entrambe per infortunio. Il centrocampo rappresenterà il problema più importante da risolvere in casa Juventus in vista della prossima stagione.

Juventus e l’emergenza continua

Romeo Agresti, su YouTube, ha analizzato il tema del centrocampo della Juventus, provando ad ipotizzare i futuri scenari.

Teun Koopmeiners
Teun Koopmeiners (Foto LaPresse) Juvelive.it

Romeo Agresti parte da un nome che potrebbe rappresentare un’importante opzione per la formazione bianconera in vista della prossima sessione di mercato: “La Juventus osserva Merino, in scadenza nel 2025 con la Real Sociedad, club che dovrà fare delle riflessioni approfondite in estate per non rischiare di perderlo a zero“.

La Juventus, però, interverrà in maniera importante sul reparto centrale. I profili sicuri di rimanere in bianconero sono Locatelli e Fagioli, con tanto di recente di rinnovo. Anche McKennie si sta guadagnando la riconferma. Rabiot e Miretti rimangono in sospeso, mentre Nicolussi Caviglia ha bisogno di giocare con maggiore frequenza.

Il futuro è, pertanto, tutto da scrivere. Alcaraz, secondo Agresti, se verrà riscattato dal Southampton, non sarà certo alle cifre pattuite a gennaio. La gara contro l’Atalanta vedrà pertanto una Juventus in piena emergenza a centrocampo.

Di fronte avrà, per contro, e stridente contrasto, una formazione nerazzurra che potrà disporre, nella sua mediana, di giocatori come Koopmeiners ed Ederson. Non a caso due sogni di Cristiano Giuntoli che, al momento, si possono soltanto ‘desiderare’.