Accuse choc, il campionato trema ancora: “Partite vendute”

0
50

Le parole del presidente fanno infuriare tutti, squadra e staff rispondono duramente al patron: “Parole lesive”.

Una dichiarazione-bomba che nel giro di qualche ora è stata ripresa da tutti gli organi di stampa, non solo dai più noti quotidiani sportivi. Del resto, non potevano passare inosservate le frasi pronunciare dal presidente del Lecco, Paolo Leonardo Di Nunno, nel corso dell’intervista rilasciata al portale ilovepalermocalcio.com.

Il presidente fa tremare tutti: “Temo che si vendano le partite”
– Juvelive.it (Lapresse)

“Del risultato mi interessa poco perché ormai siamo condannati a retrocedere – ha detto il patron dei manzoniani – Piuttosto mi preoccupa altro: ancora oggi nel calcio si vendono e si truccano le partite, ho paura di movimenti strani da parte dei nostri tesserati. Spero che mettano il telefono sotto controllo a tutti”. Immediata la replica dei calciatori e dello staff, che hanno fatto fatica a digerire le parole, forti, del presidente. “I calciatori e i tecnici tesserati per la società Calcio Lecco 1912 Srl – si legge nella nota – esprimono il proprio sconcerto per le dichiarazioni rilasciate dal presidente Di Nunno dopo la partita disputata nella giornata di ieri. Le sue affermazioni, riguardanti un presunto coinvolgimento dei tesserati in condotte illecite, sono semplicemente diffamatorie”.

Le parole del presidente fanno infuriare tutti, a Lecco scoppia il caos

“Nessuno deve o dovrà mai mettere in dubbio il nostro impegno sul campo la nostra lealtà e la nostra trasparenza”, si legge nel comunicato dell’Assocalciatori.

“Respingiamo dunque fermamente le illazioni del presidente, lesive della nostra reputazione, parole che gettano discredito sul lavoro svolto da ogni singolo membro della squadra e sull’immagine del nostro club nel suo complesso. Il nostro gruppo è unito e determinato per continuare, con il massimo impegno, a inseguire una salvezza che a molti sembra impossibile e per difendere l’onore della nostra squadra, della nostra città e dei nostri tifosi, certi di poter sempre onorare sul campo la maglia che indossiamo fino all’ultimo minuto”.

Il Lecco al momento è ultimo in classifica in Serie B, con soli ventuno punti conquistati in 29 giornate di campionato e dà l’impressione di essere spacciato.