Juventus in mano agli arabi: due di picche Elkann, ecco cosa è successo

0
54

John Elkann in Arabia Saudita: l’indizio porta fuori strada ma la Juventus non è in vendita

La Juventus guarda già oltre, non solo al campo e al mercato ma anche al miglioramento della struttura societaria e a tutto quello che riguarda la parte commerciale.

La Juventus non è in vendita
Elkann (AnsaFoto) – Juvelive.it

Un aiuto considerevole arriverà dalla partecipazione al Mondiale per club 2025. L’ufficialità è arrivata ieri dopo la sconfitta del Napoli in Champions League contro il Barcellona che ha permesso al club bianconero di aggiudicarsi il posto mancante per i club italiani. La Juve parteciperà con l’Inter che già era sicura del posto. L’importante entrata economica dalla partecipazione alla competizione aiuterà notevolmente il club. Intanto durante l’ultimo Gran Premio di F1 in Arabia Saudita, a Jeddah, erano presenti sia John Elkann che Francesco Calvo e Federico Cherubini. Un indizio che ha fatto allarmare i tifosi e che ha portato a pensare che potessero esserci acquirenti proprio tra i sauditi.

Juventus, il club non è in vendita: Elkann in Arabia anche per il nuovo sponsor

La Juventus, in qualsiasi caso, non è in vendita, come riportato dal Corriere dello Sport. La presenza in Arabia Saudita di Elkann aveva portato fuori strada ma il motivo era decisamente diverso, legato principalmente al lavoro per il nuovo sponsor.

Juventus Allianz Stadium
Lo stadio della Juventus (Lapresse) – Juvelive.it

La Juventus ha una partnership con Jeep che scadrà a giugno 2024. La collaborazione non verrà rinnovata e di conseguenza la società torinese dovrà trovare un nuovo sponsor di spessore. Tra le piste battute dalla società per sostituire l’attuale sponsor commerciale Jeep c’è quella che porta in Medio Oriente, dove potrebbe esserci uno sbocco con una compagnia aerea. Di conseguenza la presenza di Elkann, Cherubini e Calvo in Arabia Saudita nei giorni scorsi potrebbe non essere casuale.

La Juventus dovrà cercare altrove i 41 milioni di euro a stagione garantiti dallo sponsor. Certamente resta alquanto difficile che gli investitori sauditi investano in un club di Serie A, per di più se quel club è la Juve che negli ultimi anni ha dovuto affrontare problemi economici non indifferenti. Più facile che gli investitori decidano di legarsi al club bianconero tramite iniziative parallele, ma naturalmente di natura economica.