“Accordo Juventus-Conte”: clamoroso, cifre e durata del contratto

0
16682

Juventus, chi comanda davvero? La sosta per le nazionali sembra capitare nel momento giusto per offrire una pausa di riflessione quanto mai necessaria.

Tra il rendimento scadente in campionato ed i dossieraggi sgraditi, e sgradevoli, ai danni della Juventus, alla Continassa ne hanno di pensieri per la testa. La priorità, però, rimane sempre la stessa. Tentare di riprendere il cammino virtuoso, interrotto troppo bruscamente, ormai due mesi fa.

Juventus, chi lo porta il nuovo tecnico?
Cristiano Giuntoli Francesco Calvo. Juventus, chi lo porta il nuovo tecnico? (Foto LaPresse) Juvelive.it

Ognuno cerca di fare al meglio la sua parte, per quanto possibile. E se la pausa può aiutare a rimettere in ordine le idee di Massimiliano Allegri, la sosta per le nazionali potrà aiutare i dirigenti bianconeri a valutare al meglio le scelte future. Il tema di chi guiderà la Juventus nella stagione 2024-2025 è sempre sul tavolo, in attesa di una risposta definitiva.

Il problema potrebbe sorgere qualora, all’interno della dirigenza bianconera, si venissero a creare due schieramenti contrapposti, ciascuno con la propria soluzione ottimale in tasca. Sembrerebbe, infatti, che in seno alla Juventus si siano create, o si potrebbero presto creare, due differenti soluzioni al problema allenatore.

Entrambe partono da un comune presupposto, ovvero che Massimiliano Allegri a giugno saluterà la Juventus. E poi?

Juventus, chi comanda davvero?

Il resto lo rende noto l’insider Enganche. Il quadro da lui prospettato ci mostra una Juventus spaccata a metà, con due soluzioni differenti per la panchina bianconera.

Antonio Conte
Antonio Conte (Foto LaPresse) Juvelive.it

Attualmente Antonio Conte parla solo ed esclusivamente con Francesco Calvo: il tecnico salentino desidera tornare alla Juventus e questa è la sua priorità maggiore, perciò per ora non parla con nessun’altra squadra e nessun altro dirigente“.

Francesco Calvo si starebbe quindi assumendo la responsabilità di una scelta netta riguardante la panchina della Juventus. Il dirigente bianconero, ovviamente, avvierà un confronto con il resto del CDA bianconero, Cristiano Giuntoli in primis.

Spetterà, però, allo stesso Francesco Calvo l’ultima parola, quella definitiva. Il dirigente bianconero ha già un accordo con il tecnico salentino: “Un biennale con opzione per il terzo anno con cifre a rialzo di anno in anno e una clausola per trattare il rinnovo dopo il primo anno in caso di scudetto“.

Cosa potrebbe far saltare questo accordo? Che l’operazione che ha portato al presunto accordo Calvo-Conte venga ripetuta da Giuntoli con Thiago Motta, tecnico peraltro seguito da diversi top club europei. Rimaniamo in attesa di novità.