Allegri-Napoli, smacco totale: De Laurentiis ‘colpisce’ Giuntoli

0
753

Aurelio De Laurentiis ha scelto il nuovo allenatore del Napoli. Dopo aver cambiato tre tecnici il presidente partenopeo vuole andare sul sicuro.

Alzi la mano chi, meno di una anno fa, nel giorno del trionfo del Napoli di Luciano Spalletti, non ha pensato, con orgoglio come tifoso del Napoli, con preoccupazione come tifoso di una società rivale, come quella formazione che aveva annichilito il campionato non potesse far altro che aprire un ciclo vincente.

Aurelio De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis (Foto LaPresse) Juvelive.it

Nemmeno un anno dopo si racconta un’altra storia, un’altra stagione che ha avuto tutte le negatività possibili. Negatività frutto, però, non della sfortuna, ma di scelte completamente sbagliate da parte della proprietà, ovvero di Aurelio De Laurentiis.

Gli addii pesantissimi, e diversi, per modalità e cause, di Spalletti e di Giuntoli, il braccio operativo e la mente pensante di quella splendida squadra, sono stati letti ed interpretati con troppa superficialità ed arroganza. La scelta scellerata dei tecnici ha poi completato un capolavoro al contrario, capace di distruggere in pochi mesi un lavoro certosino durato anni.

Ora. però, il Napoli vuole ripartire con un nuovo tecnico e la scelta, da parte del presidente De Laurentiis, è già stata fatta.

Aurelio De Laurentiis ha scelto il nuovo allenatore

Il Napoli, ed il suo presidente, hanno imparato la lezione. Il prossimo anno si partirà da un tecnico che dovrà offrire le massime garanzie. Ma non sarà Antonio Conte.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri (Foto LaPresse) Juvelive.it

Intervenuto a Juventibus, il giornalista Antonello Angelini, non ha parlato soltanto di Juventus. Ho meglio, ha parlato della società bianconera indirettamente. Lo ha fatto quando ha ricordato come fra il presidente Aurelio del Laurentiis e Massimiliano Allegri vi sia una stima reciproca.

Addirittura il giornalista ha raccontato come, secondo una sua fonte sicura, Giuntoli sia stato lasciato libero l’ultimo giorno possibile da De Laurentiis proprio per impedire all’ormai ex direttore sportivo del Napoli di mettere tutti i suoi uomini e creare un sistema alternativo al sistema Allegri esistente all’interno della Juventus.

Una sorta di complicità tra De Laurentiis ed Allegri per favorire il tecnico livornese e danneggiare, in un colpo solo, la Juventus e Giuntoli che aveva lasciato il Napoli un attimo dopo la vittoria dello scudetto. Questo, ha tenuto a precisare Antonello Angelini, non vuol dire che Allegri sarà il prossimo allenatore del Napoli.

Ecco quanto riferito da Angelini, che fa riferimento ad una persona con la quale ha avuto un colloquio: “Allegri ha un ottimo rapporto con de Laurentiis. Secondo questa persona Giuntoli è stato lasciato l’ultimo giorno possibile proprio impedire a Giuntoli di mettere tutti i suoi uomini e creare un sistema alternativo al sistema Allegri esistente all’interno della Juventus. C’è stima tra De Laurentiis e Allegri. Ogni tanto si sentono ma questo non vuol dire che sarà allenatore del Napoli. Chiede un consiglio su un giocatore. De Laurentiis non c’è rimasto molto bene per il fatto che Giuntoli sia andato post scudetto alla Juve dichiarando poi di essere juventino fin da bambino e ha fatto in modo che Giuntoli fosse liberato l’ultimo giorno possibile.

Angelini ha poi chiosato: “Questo per rompere i coglioni alla Juventus e a Giuntoli. Chi traeva vantaggio da questa situazione? Allegri e Napoli. Secondo questa persona Giuntoli non ha potuto fin qui decidere, ed incidere, come avrebbe voluto. E se vuoi incidere devi avere i tuoi uomini”.