Juventus sveglia! A memoria non si ricorda una serie così negativa

0
13

Juventus e l’assoluta necessità di uscire da una crisi che potrebbe avere conseguenze devastanti. Roma e la Lazio rappresentano uno snodo fondamentale.

Roma val bene una mossa‘, verrebbe da dire provando a leggere la gara che attende la Juventus sabato pomeriggio contro la Lazio. Il cambio del tecnico sulla panchina biancoceleste non lascia ben sperare ed il fatto che la scelta del presidente Claudio Lotito sia ricaduta su un ex juventino può rappresentare persino una difficoltà ulteriore.

Juventus sveglia!
Massimiliano Allegri. Juventus sveglia! (Foto LaPresse) Juvelive.it

Roma, la gara con la Lazio e la stagione della Juventus che deve cambiare, obbligatoriamente, strada. Sette punti in otto gare hanno dissanguato la classifica dei bianconeri riducendo all’osso quasi l’intero vantaggio accumulato nella prima parte della stagione quando la squadra di Allegri sembrava unta dal Signore.

Chi insegue, per tentare di afferrare il posto al sole chiamato Champions League, è sempre più vicino ai bianconeri e la paura di perdere l’obiettivo primario può rappresentare il pericolo maggiore. L’attuale complicata situazione della Juventus spinge tanti a provare a comprendere i reali motivi di questo ‘blocco’ interminabile.

Un tentativo, per provare a dipanare la matassa, assai ingarbugliata, chiamata Juventus, lo ha fatto anche il noto agente, ed esperto di calcio, Giocondo Martorelli.

Juventus, mai vista una serie negativa così

Da agente, ma soprattutto da uomo di calcio esperto conoscitore anche delle circostanze più complesse, e negative, che una società, o un giocatore, possono incontrare nell’arco di una stagione, Giocondo Martorelli ha letto ed analizzato il momento-Juventus con la consueta lucidità.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri (Foto LaPresse) Juvelive.it

Il rendimento degli ultimi due mesi, dove la formazione bianconera avrebbe dovuto fare di più, deve essere interrotta. “Io non ricordo a memoria una serie così lunga di gare in cui è stato raccolto così poco, quindi credo che non si possa continuare in questo modo“.

Giocondo Martorelli si attende una forte reazione da parte di Allegri ma, soprattutto, da parte dei giocatori poiché, in fin dei conti, sono loro che vanno in campo. E riguardo la permanenza sulla panchina bianconera di Allegri, l’opinione dell’agente è che non devono essere i risultati a decidere, bensì il progetto tecnico che ha in mente la società.