Nuovo caso razzismo, insulti e match interrotto: ecco cosa è successo

0
22

C’è purtroppo un altro caso di razzismo che colpisce il mondo del calcio alla ripresa delle ostilità dei vari campionati.

Si è parlato molto durante questa pausa dell’episodio occorso tra Juan Jesus e Acerbi, con il difensore del Napoli che ha accusato il collega dell’Inter di avergli rivolto degli insulti a sfondo razzista. Episodio sul quale si sono scatenati i social e che ha portato anche all’esclusione del centrale nerazzurro dalla nazionale italiana.

Nuovo caso razzismo, insulti e match interrotto: ecco cosa è successo
La protesta del Napoli proprio oggi per l’episodio che ha coinvolto Juan Jesus (Ansa)

Alla fine però il giudice sportivo ha deciso di non prevedere alcuna sanzione per Acerbi. Decisione anche questa contestata da buona parte dei social. Oggi il Napoli, impegnato nel lunch match, si è inginocchiato prima del via proprio per protesta. Il club partenopeo non ha aderito alla campagna della Lega contro il razzismo, prendendo iniziative per conto proprio. Una piaga, il razzismo, che però non c’è solo in Italia.

Insulti razzisti in Spagna: l’arbitro sospende la partita

DAZN su X ha segnalato con un video quanto è accaduto nel match della Liga spagnola in calendario quest’oggi tra il Getafe e il Siviglia. Evidenziando un nuovo caso di razzismo nel mondo del calcio, visto che il calciatore degli andalusi Acuna, argentino, ha subito degli insulti da parte della tifoseria di casa.

Il direttore di gara del match ha deciso di sospendere il match proprio a seguito di questo episodio. Ancora una pagina nera dunque per il mondo del calcio, servirà lavorare tantissimo per superare questa piaga del razzismo che purtroppo è ancora presente in modo massiccio ai giorni nostri. Per la cronaca il match è stato vinto dal Siviglia di misura grazie ad una rete dell’eterno Sergio Ramos.