Thiago Motta e il suo fedelissimo alla Juve, dubbi fugati: accordo chiuso

0
65

Thiago Motta e il suo fedelissimo alla Juve. Completato l’aumento di capitale da 200 milioni parte ufficialmente il piano di crescita. Prima i conti, poi la squadra.

L’aumento di capitale è andato felicemente in porto. Si è concluso addirittura in anticipo rispetto ai tempi previsti. Il mercato ha risposto positivamente e non è stato necessario l’intervento diretto come garante di EXOR, la holding degli Agnelli-Elkann, azionista di maggioranza della società bianconera. Il brand Juventus tira sempre. Nonostante tutto.

Thiago Motta e il suo fedelissimo alla Juve
Thiago Motta (LaPresse) Juvelive.it

Un’ufficialità che rappresenta un passaggio fondamentale in questo momento storico della Juventus. Un aumento di capitale reso indispensabile dalla necessità di mettere in sicurezza i conti societari messi in ginocchio dalla mancata partecipazione alla Champions League.

La forzata assenza dall’Europa è costata alla Juventus circa 100 milioni di euro e la ricapitalizzazione ha permesso, tra le altre cose, la copertura dell’ammanco europeo ed impedirà, di fatto, la necessità di cedere, obbligatoriamente, uno, o più, pezzi pregiati.

Si è pertanto avviato ufficialmente il piano triennale di rilancio economico-finanziario della Juventus che toccherà, ovviamente, anche la campagna di rafforzamento della squadra. Una crescita oculata e sostenibile che il direttore tecnico Giuntoli sta da tempo pianificando.

Thiago Motta e il suo fedelissimo alla Juve

La qualificazione Champions da conquistare ancora sul campo, così come la Coppa Italia da riportare a casa dopo qualche anno di assenza. Obiettivi concreti che si incrociano fatalmente con le voci di mercato. Sempre più insistenti.

Riccardo Calafiori
Riccardo Calafiori (LaPresse) Juvelive.it

Thiago Motta sembra ormai essere diventato non soltanto un possibile obiettivo della Juventus, ma il nuovo tecnico bianconero ‘in pectore’. Al punto che il tecnico del Bologna porterebbe con sé a Torino uno dei gioielli della formazione rossoblù: Riccardo Calafiori.

L’approdo alla Continassa del quasi 22enne difensore centrale del Bologna sembra ormai cosa fatta. La conferma arriva dai bookmakers che ritengono già chiuso l’affare Juve-Bologna. Calafiori alla Juventus entro il 1°settembre 2024 non è più quotato!

L’altro grande obiettivo di Cristiano Giuntoli in vista della prossima stagione, il centrocampista olandese dell’Atalanta, Teun Koopmeiners, è dato, invece, a 2,50. L’aumento di capitale ha rappresentato una vitale boccata di ossigeno per la Juventus.

Un respiro profondo e via. Parte l’operazione rilancio.