Esonero Allegri, Juventus a Zidane: boom Rai, commenti a non finire

0
71

In casa Juventus l’attenzione è già proiettata alla prossima partita di campionato da giocare contro il Torino sabato prossimo.

Una sfida che arriva in un momento molto delicato per la formazione allenata da Massimiliano Allegri. Che in serie A deve assolutamente continuare ad avere feeling con la vittoria per riuscire a tagliare nel minor tempo possibile il traguardo della qualificazione alla prossima Champions League.

Esonero Allegri, Juventus a Zidane: boom Rai, commenti a non finire
Zidane (LaPresse)

Un obiettivo che si è maledettamente complicato nel corso delle ultime settimane. La Juventus infatti ha perso punti per strada e questo gli ha fatto perdere il secondo posto in classifica e ha fatto avvicinare le rivali che sembravano ormai essere lontane. Dopo aver battuto la Fiorentina i bianconeri devono dare tutto in queste ultime partite della stagione, che serviranno alla dirigenza anche per effettuare le valutazioni del caso. Nel corso dell’estate ci sarà tanto lavoro da fare per riuscire a costruire una Juventus ambiziosa e possibilmente anche vincente.

Juventus, Di Livio e Marocchino sul futuro dei bianconeri

La prima scelta che la dirigenza dovrà fare è quella legata al nome del tecnico che dovrà guidare la Juventus nella stagione 2024/2025. Allegri ha ancora un altro anno di contratto, ma sarà ancora il livornese ad allenare i bianconeri oppure in estate si opterà per un repentino cambio di rotta?

Esonero Allegri, Juventus a Zidane: boom Rai, commenti a non finire
Massimiliano Allegri meriterebbe di continuare in bianconero? (LaPresse)

Di questo si è parlato a “Calcio Totale” su Rai Sport con Paolo Paganini. Indicando in Thiago Motta e Zidane le maggiori alternative ad Allegri per il futuro. L’ex Juve Di Livio ha detto: “Conte riporterebbe il giusto entusiasmo, più di Zidane. Chi lo conosce sa quanto ci tiene. Thiago Motta è una ipotesi affascinante, lui sa lavorare con i giovani. Anche Zidane mi piacerebbe, ma una chance ad Allegri se arriva tra le prime quattro e vince la Coppa Italia gli va data. Perché questi sono gli obiettivi che gli sono stati chiesti”. Di mercato ha parlato anche Domenico Marocchino: “Giuntoli non ha mai preso posizioni in questo periodo. Il problema principale non è l’allenatore, ma vendere i giocatori. Sarà importante piazzare sul mercato un paio di giocatori per fare poi mercato”.